QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

Frana Ruinon, criticità rientrata: la strada è riaperta

lunedì, 25 agosto 2014

Valfurva – In data 14 agosto la Regione Lombardia, a seguito delle indicazione del centro monitoraggio geologico di Arpa, ha emesso una nota ufficiale volta a comunicare il superamento della soglia di elevata criticità della frana Ruinon di Valfurva, in provincia di Sondrio.lavori anas strade 

Il giorno successivo è stata disposta la chiusura della strada provinciale 29 in un tratto di 6 Km e si è tenuta una riunione straordinaria del Centro Coordinamento Soccorsi nella sede della Prefettura di Sondrio per decidere le modalità di monitoraggio della zona. I volontari di Protezione civile hanno contribuito, durante l’intero periodo di criticità, a effettuare il controllo visivo della frana.

RIENTRO DALLA CRITICITA’
Dopo aver preso in considerazione i parametri rilevati in data 23 agosto, il Centro funzionale di Monitoraggio Rischi della Protezione Civile regionale ha emesso la scorsa notte un comunicato con cui è stato certificato il rientro dallo stato di elevata criticità. Una comunicazione immediatamente presa in considerazione dalla Provincia di Sondrio che ha disposto la riapertura del tratto di strada interessato dal fenomeno.

DISAGI DA MALTEMPO
“Il maltempo che ha caratterizzato questa estate ha creato davvero notevoli disagi e disservizi alla popolazione lombarda – ha dichiarato Simona Bordonali, assessore alla Sicurezza, Protezione civile e Immigrazione della Regione Lombardia -. Fortunatamente possiamo sempre contare sui Vigili del fuoco e sui 25.000 volontari di Protezione civile che in qualsiasi periodo dell’anno sono pronti a intervenire in caso di necessità. Il ringraziamento principale va a loro, perché anche per la frana del Ruinon hanno contribuito a monitorare costantemente la situazione”.

FORTE SINERGIA
“C’è stata una forte sinergia – ha sottolineato l’assessore Bordonali – tra la Regione Lombardia, la Provincia di Sondrio e il Comune di Valfurva che ha consentito anche a livello istituzionale di agire in modo rapido ed efficiente. La riapertura della strada in tempi ragionevoli era un obiettivo importante per noi e sono soddisfatta del lavoro svolto dai funzionari e dai tecnici della Regione Lombardia.

Chiaramente questo evento critico ha danneggiato sia la popolazione che gli operatori turistici della zona, per questo era necessario intervenire prontamente al fine di limitare un disagio notevole e la Regione ha fatto la propria parte mettendo a disposizione anche un elicottero stazionato nell’elisuperficie di Caiolo, in Valtellina.”

SOLUZIONI ALLO STUDIO
“Attualmente stiamo valutando tutte le possibili soluzioni per limitare in futuro i disagi legati all’evoluzione della frana del Ruinon” ha concluso l’assessore.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136