QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Frana Monte Cengalo, Parolo: “Da Regione Lombardia solidarietà e aiuti tangibili”

giovedì, 14 settembre 2017

Milano – “Insieme al presidente della Provincia di Sondrio Luca della Bitta, ho voluto fare un sopralluogo nel territorio interessato dalla frana del Monte Cengalo, in Val Bregaglia (CH), per manifestare la solidarieta’ di Regione Lombardia e per confermare la piena disponibilita’ a collaborare per risolvere al meglio le problematiche ambientali che hanno coinvolto il territorio della Valchiavenna”. ugo paroloQueste le parole del sottosegretario di Regione Lombardia alle Politiche per la Montagna e Macroregione alpina (Eusalp) Ugo Parolo, attraverso le quali rende noti gli esiti della visita effettuata nelle zone coinvolte dalla frana del Monte Pizzo Cengalo dello scorso 23 agosto.

“Abbiamo dapprima incontrato il sindaco di Bregaglia Anna Giacometti – spiega Parolo – e convenuto sulla necessita’ di un maggior scambio di informazioni e di coordinamento tra Italia e Svizzera in tema di prevenzione e protezione civile. Con il prezioso supporto del presidente della Comunita’ Montana Valchiavenna Flavio Oregioni abbiamo poi avuto un momento di confronto con i sindaci della Valchiavenna e della Valle Spluga. Incontro che si e’ concluso con l’impegno di istituire un tavolo operativo, per gestire e coordinare le operazioni necessarie ad affrontare le criticita’ ambientali e idrogeologiche derivanti dalle colate della frana del Cengalo”.

L’AZIONE DI REGIONE LOMBARDIA – Durante l’incontro il sottosegretario Parolo ha comunicato ai sindaci che il presidente della Regione Roberto Maroni, il 5 settembre, ha ufficialmente scritto al governo del Cantone dei Grigioni, esprimendo la piena solidarieta’ di Regione e avanzando la proposta di un coordinamento con le autorita’ elvetiche per gestire l’emergenza ambientale e che gli assessori regionali Simona Bordonali (Sicurezza, Protezione civile e Immigrazione), Claudia Terzi (Ambiente, Energia e Sviluppo sostenibile), Viviana Beccalossi (Territorio, Urbanistica, Difesa del suolo e Citta’ metropolitana) e Francesca Brianza (Reddito di autonomia, Inclusione sociale e Post Expo) hanno portato nella seduta di Giunta dell’11 settembre una informativa che riassume l’attivita’ gia’ svolta da Regione Lombardia.

COME PER IL RUINON – “Si procedera’ quindi – continua il sottosegretario – con le stesse modalita’ che hanno permesso di risolvere gran parte delle difficolta’ legate alla frana del Ruinon in Alta Valtellina. E’ stata una giornata operativa – conclude Parolo – in cui abbiamo voluto non solo manifestare il pieno appoggio da parte della nostra Regione ai territori coinvolti, ma anche avviare una concreta attivita’ di cooperazione e, al di sopra di tutto, di gestione tempestiva e risolutiva delle problematiche”.

DELLA BITTA: GRAZIE A REGIONE, GRANDE SINERGIA, ORA PROGETTI CONCRETI – “Ringrazio Regione Lombardia, in particolare il sottosegretario Parolo, per l’impegno profuso nei giorni scorsi e durante la giornata di sopralluogo al fianco del territorio. E’ stata una visita molto costruttiva, che ha visto una grande sinergia, innanzitutto tra tutti i sindaci, coordinati dalla Comunita’ Montana, insieme con Regione Lombardia, durante la quale ci sono state le migliori premesse per un percorso condiviso. Le tematiche da affrontare sono quelle innanzitutto della sicurezza, della pianificazione degli interventi di protezione civile e quelle relative ai danni all’ambiente che abbiamo rilevato. Dall’incontro sono gia’ emerse alcune ipotesi molto concrete. Il tavolo che viene costituito sara’ l’occasione positiva, in maniera molto concreta, per costruire progetti e proposte meglio definite”.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136