QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

Finanzieri trentini bloccano corriere donna: sequestrati quasi cinque chilogrammi di cocaina

venerdì, 18 ottobre 2013

Vipiteno - I finanzieri di Vipiteno, con l’ausilio dell’unità cinofila antidroga della Compagnia di Bolzano hanno sottoposto a controllo un’autovettura, condotta da un cittadina belga di origine kosovara.SEQUESTRO COCAINA 17 10 2013 019

Insospettiti dal comportamento nervoso palesato dalla conducente, i militari procedevano ad ispezionare con accuratezza investigativa l’automezzo rinvenendo, all’interno di alcuni vani adibiti all’alloggiamento dei sedili posteriori dell’autovettura, abilmente occultati, n. 04 panetti confezionati con diversi strati di nastro adesivo del peso cadauno di circa 1,2 chiogrammi, contenenti cocaina.

La cittadina belga pertanto veniva tratta in arresto per detenzione e traffico internazionale di sostanze stupefacenti e tradotta presso le carceri circondariali di Trento, a disposizione del Procura della Repubblica di Bolzano, che ha diretto sin dall’inizio le indagini.

Nel prosieguo dell’attività, ed a seguito di ulteriori controlli, oltre alla sostanza stupefacente sono stati sottoposti a sequestro l’autovettura utilizzata per l‘importazione della droga, alcuni telefoni cellulari, carte SIM, carte di credito, valuta per oltre 1.600 euro ed alcune agendine contenenti numerosi appunti manoscritti di significativo interesse investigativo.

La cocaina sequestrata successivamente tagliata e immessa sul mercato avrebbe fruttato circa un milione di euro. Sono in corso mirate indagini al fine di determinare la provenienza e destinazione dello stupefacente ed il concorso di altri soggetti nelle fasi dell’approvvigionamento, del trasferimento e dello smercio della sostanza. L’operazione s’inquadra nel contesto dei servizi operativi organizzati attraverso il dispositivo di controllo economico del territorio coordinato dal Comando Provinciale Bolzano. Si tratta di un sistema integrato di vigilanza su strade principali e secondarie, finalizzato al contrasto di tutte le tipologie di traffici illeciti che possono interessare le rotabili della provincia, dal traffico di stupefacenti al contrabbando, dall’immigrazione clandestina alla valuta.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136