QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Esine: blitz dei carabinieri in Valle Camonica, tre arresti per spaccio di droga

venerdì, 19 agosto 2016

Esine – I carabinieri della stazione di Esine (Brescia) , nel corso di un’attività di polizia giudiziaria, hanno arrestato in flagranza di reato “detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti” un 39enne, cittadino tunisino, residente a Esine, disoccupato, pregiudicato.

A seguito di perquisizione personale e locale, i militari rinvenivano e sequestravano complessivi 12 grammi di sostanza stupefacente del tipo “cocaina” nonché materiale idoneo al confezionamento dello stupefacente. L’arresto è stato convalidato dalla competente autorità giudiziaria e l’uomo è stato sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari in attesa del processo.

carabinieri spaccio cocaina

ARRESTI A DARFO

I carabinieri della compagnia di Breno (Brescia) e di Darfo Boario Terme hanno ricostruito il blitz avvenuto nella cittadina camuna. Nel corso di uno specifico servizio finalizzato alla repressione dello spaccio di stupefacenti, i carabinieri della stazione di Darfo Boario hanno tratto in arresto in flagranza del reato di “detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti” un 21enne, cittadino italiano, residente a Schilpario (Bergamo), disoccupato ed un 23enne, cittadino italiano, domiciliato a Darfo Boario Terme, operaio.

A seguito di perquisizioni personali e locali, i due giovani sono stati trovati in possesso di complessivi 47 grammi di sostanza stupefacente del tipo “marijuana”, di cui parte già suddivisa in dosi pronte per la cessione, della somma in contanti di 195 euro ritenuta provento di attività di spaccio, 4 bilancini elettronici nonché materiale vario utilizzato per il confezionamento dello stupefacente. Gli arresti sono stati convalidati dal Gip del tribunale di Brescia in attesa del processo.

ATTIVITA’ DEI CARABINIERI DELLA COMPAGNIA DI SALO’ 

Negli ultimi giorni i carabinieri della compagnia di Salò hanno intensificato i servizi di controllo della circolazione stradale e di prevenzione e repressione dei reati contro lo spaccio delle sostanze stupefacenti.

In particolare sono stati conseguiti i seguenti risultati:
- nella nottata del 15 agosto 2016, a Manerba del Garda via Trevisago, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile hanno fermato un’utilitaria con a bordo un 30 enne della zona che è stato sorpreso con un tasso alcolemico superiore ad 1,5 G/L e pertanto a suo carico è scattata una denuncia per guida sotto l’influenza di sostanze alcoliche con conseguente ritiro della patente nonché sequestro dell’autovettura;

- nella nottata del 16 agosto 2016, in Manerba del Garda via Roma, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile hanno fermato un’utilitaria con a bordo un 25 enne della zona che è stato sorpreso con un tasso alcolemico superiore ad 1 G/L e pertanto a nei suoi confronti è scattata una denuncia per guida sotto l’influenza di sostanze alcoliche con conseguente ritiro della patente;

- nella mattinata del 17 agosto 2016, in Salò centro cittadino, i Carabinieri della Stazione capoluogo hanno denunciato in stato di libertà un giovane del luogo che, presso la propria abitazione, all’interno della cantina, aveva allestito una serra indoor – completa di tutto l’occorrente – per coltivare le piante di canapa. Sono state sequestrate 5 piante, altezza dai 40 ai 100 cm circa, nonché 50 grammi circa di marijuana già essiccata.

Le tre persone sono state denunciate alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Brescia rispettivamente per la violazione dell’art.186 del Codice della Strada e per quella prevista e punita dall’art.73 D.P.R. 309/1990 – normativa sugli stupefacenti.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136