QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Erbusco, col fidanzato uccise tunisino per droga. Condannata a 16 anni

martedì, 24 ottobre 2017

Brescia – Un anno in meno di pena rispetto al fidanzato per l’omicidio di uno spacciatore tunisino a Erbusco (Brescia). Il Pm Ambrogio Cassiani, al termine della requisitoria, aveva chiesto una condanna esemplare, 30 anni di carcere, accusando Giulia Taesi, 23 anni, che con il fidanzato Manuel Rossi, nell’aprile dello scorso anno uccise con 81 coltellate un tunisino per una regolamento nel giro della droga.tribunale Brescia

Secondo l’accusa la coppia doveva al pusher tunisino mille euro, da lì è nato il diverbio che è sfociato in un omicidio volontario. Il Pm Cassiani ha sostenuto in aula che la 23enne sarebbe stata la regista del delitto.

Il fidanzato è stato condannato a 17 anni, oggi lei è stata condannata a 16 anni di carcere. Le motivazioni saranno depositate entro 60 giorni, ma i giudici della Corte d’Assise di Brescia hanno ritenuto minore il ruolo della 23enne rispetto al fidanzato nell’omicidio avvenuto a Erbusco nell’aprile 2016.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136