QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Due arresti dei carabinieri in Franciacorta e a Brescia

lunedì, 16 ottobre 2017

Travagliato – I carabinieri hanno arrestano un bosniaco per furto aggravato. A Travagliato i militari della locale stazione hanno arrestato un bosniaco del 1954, senza fissa dimora, nullafacente, pluricensurato per delitti contro il patrimonio, colto in flagranza di reato di furto aggravato. Poco prima di mezzanotte, in Paderno Franciacorta, all’interno della ditta “Cittadini spa”, il 63enne si impossessava di 12 subbi in alluminio del valore di euro 2.400, allontanandosi subito dopo a bordo di un camper. Personale di sorveglianza, notando la fuga, contattava, tramite 112, la centrale operativa di Chiari che emanava prontamente una nota di ricerca del predetto veicolo, fermato poco dopo lungo la provinciale in zona Berlingo, con il prevenuto e la refurtiva a bordo. Arresto convalidato in data odierna con rito direttissimo.Carabinieri 10

Arrestato spacciatore davanti a supermercato a Brescia

Lo spacciatore, italiano cinquantacinquenne, è stato sorpreso dai carabinieri del Radiomobile di Brescia mentre spacciava cocaina ed eroina davanti a supermercato di via Duca degli Abruzzi. In particolare, a seguito di alcune segnalazioni di cittadini, lo stesso veniva sorpreso a cedere in cambio di denaro lo stupefacente ad altro italiano.

Alla vista dei militari, il pusher ha tentato di disfarsi della droga cercando di ingoiarla, senza riuscirci per il pronto intervento dei militari che lo bloccavano, nonostante la resistenza opposta, sequestrandogli 12 dosi contenenti 15 grammi di eroina e 5 dosi da 5,5 grammi di cocaina, oltre alla somma contante di 640 euro, tutti in banconote di piccolo taglio, ritenute provento dell’attività illecita.

L’acquirente, un trentacinquenne del luogo, veniva trovato in possesso di 2 dosi da un grammo ciascuna di cocaina e segnalato quale assuntore alla locale Prefettura. Il soggetto arrestato – resistenza e spaccio stupefacenti i reati contestati – dopo formalità rito e dopo aver trascorso la notte in camera di sicurezza è stato giudicato con rito direttissimo all’esito del quale è stato condannato alla reclusione di 4 mesi agli arresti domiciliari.

Operazione antispaccio, un  arresto a Chiari

Lo scorso weekend, durante un mirato servizio volto ad frenare il fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti, i carabinieri della Stazione di Chiari traevano in arresto un 35 enne di origini albanesi, celibe, nullafacente, pluricensurato.

Gli operanti predisponevano un servizio di osservazione nei pressi del domicilio del prevenuto, durante il quale notavano lo stesso cedere dello stupefacente a diversi clienti sopraggiunti a bordo dei loro veicoli e successivamente fermati per essere identificati. Appurata l’illecita attività, i militari procedevano a bloccare l’albanese ed effettuare perquisizione personale e domiciliare che si concludeva con esito positivo, rinvenendo, dentro casa, la somma contante di euro 3000 circa, profitto illecita attività di spaccio, n.5 (cinque) dosi già confezionate nel cellophane, di sostanza stupefacente del tipo “cocaina” per un totale di circa 2,5 grammi, un telefonino usato per contattare i clienti e due bilancini di precisione, tutto posto in sequestro.

Gli acquirenti, italiani quarantenni, venivano segnalati alla competente Prefettura quale assuntori sostanze stupefacenti. Arresto convalidato.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136