QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Droga e armi: doppia operazione della Polizia trentina, tre denunciati

venerdì, 12 febbraio 2016

Trento – Proseguono incessantemente i controlli, anche con l’ausilio del R.P.C. di Milano, voluti dal Questore D’Ambrosio e finalizzati al contrasto dei fenomeni dello spaccio di stupefacenti e dei furti in appartamento.Foto armi

Ieri, personale del Reparto Prevenzione Crimine della Polizia di Stato ha denunciato L.G. nato a Trento nel 1993,  residente, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Gli agenti, ieri verso le 14.40 in via Bassano hanno fermato un’ autovettura e perquisito un giovane che deteneva alcuni grammi di stupefacente. Poco dopo, a seguito di una perquisizione domiciliare, gli agenti hanno rinvenuto all’interno dell’abitazione del giovane in Povo, una serra artigianale, dotata di sistema di essiccazione, illuminazione ed areazione e destinata alla coltivazione e produzione di marijuana. Nel contesto venivano, inoltre, sequestrati 12 grammi di marijuana, e numerosi flaconi di fertilizzante, destinato ad accelerare la crescita delle piantine. L’attività, che è stata svolta insieme all’unità cinofila della Guardia di Finanza, ha permesso di rintracciare all’interno della villetta l’occorrente per la produzione dello stupefacente. Sono in atto ulteriori indagini per individuare gli eventuali acquirenti.

droga

Ieri sera, inoltre, sempre gli agenti del Reparto Prevenzione Crimine della Polizia di Stato, durante l’attività di prevenzione dei furti in appartamenti, hanno fermato, nei pressi del supermercato LIDL, un’ autovettura con due giovani a bordo, di cui uno trentino e l’altro cittadino marocchino. Gli operatori, insospettiti dal comportamento dei due,  hanno perquisito l’autovettura rinvenendo a bordo della stessa una pistola a salve (perfetta riproduzione di una Glock, priva del tappo rosso), 3 coltelli ed un passamontagna. I due, E. P., 21enne trentino e A.N. di anni 23, marocchino ma residente a Trento, venivano immediatamente condotti nei locali della Questura e denunciati per possesso ingiustificato di strumenti atti ad offendere. Vi sono in atto indagini per comprendere se i due erano intenzionati a compiere una rapina in città.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136