QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Droga: blitz e controlli sul territorio dei carabinieri nel Bresciano. Arresto, rimpatri e denunce: il bilancio

mercoledì, 22 febbraio 2017

Manerbio – Una pattuglia dei Carabinieri di Manerbio, nel corso di un servizio di controllo del territorio, ha effettuato una verifica nel parcheggio di un locale pubblico del Comune di Offlaga, notando la presenza di un uomo, lì residente, conosciuto perché già arrestato per detenzione ai fini di spaccio di hashish; la presenza dell’individuo è apparsa subito sospetta, in quanto il soggetto si aggirava nel parcheggio senza avere a disposizione un veicolo; pertanto i militari, avendo il fondato motivo di ritenere che potesse trovarsi in quel luogo in attesa di assuntori di sostanze stupefacenti ai quali cedere sostanze illecite, hanno deciso di sottoporlo a perquisizione personale, rinvenendo nella sua disponibilità 50 grammi di marijuana ed alcuni grammi di hashish, nonché circa trecento euro in contanti; i carabinieri, avendo visti materializzati i propri sospetti, hanno condotto l’uomo prima presso la sua abitazione ed in seguito presso una cascina, non lontana dal locale pubblico ove era stato rintracciato e della quale aveva la disponibilità di una stanza, procedendo ad una perquisizione.

cSono stati rinvenuti circa 160 grammi di hashish e materiale idoneo al confezionamento, sottoposti a sequestro. L’uomo, già gravato da una recente condanna per lo stesso tipo di reato, scontata agli arresti domiciliari, è stato condotto presso il Tribunale di Brescia ove l’arresto è stato convalidato e l’imputato condannato ad un anno di reclusione e tremila euro di multa.

ALTRO BLITZ A BAGNOLO

carabinieri

Nel corso dell’attività condotta dalla Stazione Carabinieri di Bagnolo Mella, per la prevenzione dei furti, spaccio e consumo stupefacenti, nonché per i reati in materia di immigrazione, il bilancio è il seguente:

  • sono stati rintracciati in Bagnolo Mella due fratelli di cittadinanza marocchina di anni 26 e 23 anni, già residenti a Bagnolo Mella, risultati con il permesso di soggiorno revocato e quindi posti a disposizione della Questura di Brescia e previo nulla osta dell’Autorià Giudiziaria e successivo decreto di espulsione del Prefetto di Brescia; accompagnati poi alla frontiera aerea di Milano-Malpensa ed imbarcati su un aereo per il Marocco, con il divieto di rientrare in Italia per cinque anni.
  • sono stati controllati alcuni bar in uno dei quali, sito in Bagnolo, all’interno dei servizi pubblici sono stati rinvenuti piccoli involucri in cellophane con tracce di polverina bianca, poi risultata essere cocaina, segno che alcuni avventori avevano consumato dello stupefacente; la perquisizione di uno degli avventori ha portato a denunciare in stato di libertà un cittadino italiano di 39 anni trovato in possesso di due grammi di cocaina ed al segnalamento al Prefetto di Brescia di un cittadino albanese di 30 anni residente a Bagnolo Mella, nella cui abitazione venivano altresì sequestrati circa 8 grammi di marijuana.

Nei vari controlli sul territorio sono stati inoltre segnalati al Prefetto di Brescia quali consumatori di stupefacenti:

  1. Un cittadino italiano di anni 22, residente a Flero, rintracciato in Azzano Mella e trovato in possesso di circa un grammo di marijuana.
  2. Un cittadino italiano di anni 49, residente a Brescia, rintracciato in Flero e trovato in possesso di circa quattro grammi di hashish.
  3. Un cittadino serbo di anni 24 residente a Ghedi, rintracciato in Bagnolo Mella e trovato in possesso di circa un grammo di marijuana.

© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136