QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Dramma vicino a Cima Cardinal, alpinista precipita per duecento metri e non ha scampo

martedì, 16 luglio 2013

Trento- L’ennesima tragedia in montagna. Poco dopo le 14 sul versante del Lagorai della Valle del Vanoi un infortunio ha colto un alpinista che è precipitato e ha perso la vita. L’escursionista è scivolato mentre percorreva un sentiero nei pressi di cima Cardinal, tra la val di Fiemme e il Vanoi. Soccorso-Alpino-elicottero-SUEM

Immediato l’intervento dell’elicottero del 118 col soccorso alpino di Caoria e coi carabinieri della stazione di Canal San Bovo per il recupero del corpo senza vita che è ancora in corso.

LA VITTIMA
La vittima della tragedia è Roberto Melini, 53 anni, docente del Conservatorio Bonporti di Trento e grande appassionato di montagna. Melini con altri due compagni stava salendo la cima Cardinal dal rifugio Sadole, mentre scendeva lungo il sentiero che porta a forcella Busa Alta a circa 2300 metri di quota, è scivolato cadendo per circa 200 metri nel ghiaione sottostante.

Constatato il decesso dell’ escursionista e avute le autorizzazioni del caso, la salma è stata recuperata con un verricello da parte dell’elisoccorso e trasportata a Caoria.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136