QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Donna scomparsa alla Presolana: sospese le ricerche della 41enne di Dorga

sabato, 25 ottobre 2014

Castione della Presolana – Un dispiegamento di forze consistente per una perlustrazione meticolosa delle zone boscose e impervie nei dintorni di Castione della Presolana. Sono proseguite anche oggi le ricerche di L.M., la donna di 41 anni di Dorga, scomparsa una settimana fa.

E’ stata vista l’ultima volta nel parcheggio del Passo della Presolana la mattina di sabato 18 ottobre 2014. Altre testimonianze, verificate anche per mezzo di sopralluoghi, indicano la presenza di una donna che potrebbe corrispondere alla descrizione fornita nei territori a cavallo tra le province di Bergamo e Brescia. La donna è alta 1.70 metri, di corporatura snella, con capelli chiari di media lunghezza. Al momento della scomparsa indossava dei jeans e una felpa di pile rossa.Soccorso Alpino ricerche

LE RICERCHE

Le persone impegnate nell’operazione da stamani all’alba sono state circa 250: hanno partecipato i tecnici volontari del Soccorso alpino, appartenenti alle Delegazioni VI Orobica, V Bresciana, IX Speleologica, con la presenza di figure specializzate CoR e TeR (Coordinatori e Tecnici di ricerca), con le squadre di soccorso in forra, le UCMR (Unità cinofile di ricerca molecolare), le UCRS (Unità cinofile da ricerca in superficie) del CNSAS – Corpo nazionale soccorso alpino e speleologico.

Hanno collaborato il SAGF della Guardia di Finanza; i Carabinieri delle Stazioni e dei Comandi presenti in zona; la Guardia forestale; i Vigili del fuoco; la Polizia locale; numerosi gruppi di Protezione civile: gli Alpini dell’ANA Sezione di Bergamo e di Castione; AIB Antincendio Valgandino, Rovetta, Ponte Nossa e Presolana; AKJA; Gruppo protezione civile Città di Clusone.

Il sindaco di Castione della Presolana e l’amministrazione hanno messo a disposizione l’area e la struttura per l’allestimento del Centro operativo; la Protezione civile di Fonteno ha curato la mensa e la cucina mobile. Il territorio interessato dalla ricerca è stato quello nei dintorni del Passo della Presolana, per un totale di XXX ettari; 600 quelli esaminati nella sola giornata di oggi. Sono stati presi in considerazione terreni impervi, boscosi, rocciosi, prati, forre, anche per mezzo di calate, scelti sulla base di precisi criteri, in particolare in direzione di siti considerati probabili. Tutti i dati sono stati registrati e analizzati attraverso programmi informatici specifici, integrati con software per la cartografia tridimensionale. Non essendo emersi elementi di novità o reperti utili, in accordo con la Prefettura di Bergamo è stata decisa la sospensione momentanea delle ricerche, in attesa di un esame approfondito delle informazioni raccolte o di nuovi elementi utili per il ritrovamento della donna scomparsa.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136