Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Desenzano: picchia l’ex compagna, arrestato dalla Polizia

mercoledì, 13 giugno 2018

Desenzano del Garda – Picchia l’ex compagna, la Polizia di Stato di Desenzano (Brescia) arresta marocchino 38enne. Il Commissariato di Pubblica Sicurezza di Desenzano del Garda ha tratto in arresto  un cittadino marocchino di 38 anni, residente a Desenzano e regolare sul territorio nazionale,  per essersi reso responsabile del reato di atti persecutori, nei confronti della compagna di 35 anni anch’essa marocchina.

La vicenda ha avuto il suo epilogo alcuni giorni fa quando alle prime ore del mattino la donna si presentava spaventata presso il Commissariato e mostrando delle ferite sul corpo riferiva di essere stata aggredita durante la notte dal proprio compagno dal quale era riuscita a fuggire raggiungendo a piedi questo Ufficio.

La donna veniva trasportata presso il pronto soccorso del locale ospedale ove le venivano riscontrate alcune ferite giudicate guaribili in 15 giorni.

L’uomo che nel frattempo si era impossessato dell’auto della vittima si era allontanato continuando a minacciare quest’ultima mandandole messaggi dal contenuto offensivo e intimidatorio. E’ stato intercettato poco dopo da una volante non lontano dall’abitazione luogo dei fatti, che lo bloccava ed accompagnava in Commissariato.

Gli agenti della Polizia ha accertatoo una serie di condotte violente e vessatorie avvenute negli ultimi mesi nei confronti della persona offesa da parte dell’uomo che, per motivi di gelosia, la minacciava e molestava causandole un perdurante stato di terrore ed ansia tale da ingenerare un timore per la sua incolumità.

Le indagini permettevano inoltre di appurare che lo scorso febbraio, dopo un litigio per gelosia, l’uomo dopo aver rotto una bottiglia  colpiva la vittima alla gamba con un pezzo di vetro cagionandole una lesione che per timore di una ritorsione la stessa non denunciava.

L’uomo veniva tratto in arresto e associato presso la Casa Circondariale “Nevio Fischioni” di Brescia a disposizione dell’ autorita’ giudiziaria.Il Gip del Tribunale Ordinario di Brescia ha convalidato l’arresto e disposto la misura cautelare del divieto di avvicinamento alla vittima.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136