QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Tremosine: schianto tra auto e moto, muore 17enne. Cinque feriti a Desenzano del Garda

giovedì, 1 maggio 2014

Tremosine – Raffica di incidenti sulle strade bresciane. Quello più grave è accaduto attorno alle 17 sulla statale Gardesana all’ingresso della nuova galleria di Campione con lo scontro tra un minivan e uno scooter con in sella un 17enne. Il ragazzo, Davide Rebusco, di Puegnago del Garda,  ha perso la vita, mentre il conducente del pulmino è uscito illeso. Secondo quanto accertato il 17 enne è deceduto sul colpo. Sul posto i medici del 118 e la Polizia Stradale di Salò che ha effettuato i rilievi. Il minivan trasportava turisti tedeschi. Il traffico è rimasto paralizzato per circa un’ora e mezza con ripercussione lunghe code.

IN MATTINATA

Invece poco prima di mezzogiorno ad Angolo Terme, in via Regina Elena un 42enne è caduto dalla moto. E’ stato subito soccorso dai medici del 118 e dall’ambulanza della Procividate Camuna ed è stato trasportato all’ospedale di Esine- Valle Camonica in codice giallo. Sono in corso accertamenti da parte degli agenti della Polizia stradale di Darfo Boario Terme.

NELLA NOTTE 

Gravissimo incidente stradale nella notte a Desenzano: sulla strada che unisce la località gardesana a Mantova si è verificato un territorio scontro tra due auto e sono rimaste ferite cinque pePolizia strada incidente Bresciarsone  quattro giovani tra i 24 e i 30 anni e una donna di 34 anni.  Sul posto tre ambulanze che hanno trasportato all’ospedale di Desenzano i feriti. Due i più gravi, gli altri hanno riportato soltanto qualche ferita. L’incidente è accaduto attorno alle 4 e sul posto è arrivata anche la Polizia Stradale di Desenzano che ha effettuato i rilievi di rito e anche l’alcoltest. Secondo quanto ricostruito i giovani stavano tornando da una festa trascorsa in un locale della zona.

 


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136