QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Desenzano del Garda: spaccio e irregolari, i carabinieri arrestano due persone. Cinque espulsioni

venerdì, 16 settembre 2016

Desenzano del Garda – I carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Desenzano del Garda (Brescia), in collaborazione con i carabinieri di Calcinato, hanno arrestato due spacciatori, che agivano tra il parco di via Gramsci di Calcinato e gli esercizi pubblici circostanti.

carabinieri salo' garda1

Un 44enne ed un 27enne, entrambi di origine albanese, gravitanti nella zona e già noti alle Forze dell’Ordine, sono stati individuati e colti nella flagranza dell’attività illecita. Per mimetizzarsi tra le persone che nel parco passeggiano e tra gli avventori dei vicini locali, i due si spostavano tra il parco, le vie ed i bar limitrofi, in auto o a piedi, con disinvoltura, senza mai restare a lungo nello stesso posto.

Le zone di spaccio si estendevano a Desenzano, Lonato e Montichiari. Preparata poca per volta, la cocaina per la vendita sulla strada veniva reintegrata quando necessario, attingendo dal piccolo deposito che è stato trovato tra le pentole di casa. A nulla sono valsi tutti questi accorgimenti, tanto che l’accorta osservazione dei due soggetti e le informazioni acquisite hanno permesso ai Carabinieri di agire con precisione e senza esitazioni. Una trentina sono le dosi sequestrate, insieme a 700 Euro ed al bilancino per il porzionamento dello stupefacente.

Vari acquirenti, identificati durante le operazioni, sono stati segnalati al Nucleo Operativo Recupero Tossicodipendenti della Prefettura di Brescia, per l’avvio del programma di recupero, ed, ad uno di questi, è stata ritirata la patente di guida nell’ambito dello stesso procedimento amministrativo. Per ora i due parenti restano in carcere, poi per uno di loro sarà avviata anche la procedura dell’espulsione, essendo clandestino sul territorio nazionale.

CINQUE STRANIERI IRREGOLARI

I militari della stazione di Isorella, nell’ambito di uno specifico servizio per il contrasto all’immigrazione clandestina, hanno eseguito delle perquisizioni in due abitazioni di Isorella e Visano, in uso a stranieri, Nordafricani, sospettati di dare alloggio a connazionali non in regola con i documenti di soggiorno.

Il servizio ha portato al rintraccio ed al successivo accompagnamento in Caserma di cinque stranieri, trovati privi di documenti di identità e di soggiorno. Ultimati gli accertamenti sulla loro identità, quattro dei fermati sono stati accompagnati presso la Questura di Brescia, dove è stato notificato loro l’ordine del Questore di lasciare lo Stato Italiano entro sette giorni.

Al quinto, invece, già ben conosciuto dalle Forze dell’Ordine, nonché già destinatario del provvedimento di rifiuto del permesso di soggiorno, è stato applicato il provvedimento di espulsione, con accompagnamento presso l’aeroporto di Milano Malpensa, dove è stato imbarcato su un volo diretto in Marocco.

 


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136