QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

Desenzano del Garda: giro di vite dei carabinieri. Arresti per furto, guida senza patente e in stato di ebbrezza

giovedì, 1 settembre 2016

Desenzano del Garda – Finale di stagione estiva movimentato per i carabinieri della compagnia di Desenzano del Garda (Brescia): giro di vite sulla sicurezza nel territorio.

I militari della Compagnia di Desenzano del Garda hanno il loro bel da fare anche nel periodo che conclude le vacanze estive, per una serie di episodi tutti senza gravi conseguenze, grazie alla prontezza dei militari, e nei quali gli autori sono stati assicurati alla giustizia.

Carabinieri Desenzano 10

GLI EPISODI 
La pattuglia dei carabinieri della stazione di Lonato del Garda, composta anche dallo stesso comandante, nel corso di un servizio preventivo ha intimato l’alt ad un’auto che procedeva in maniera sospetta sulla via Campagnola, tra l’altro con gli pneumatici danneggiati, ma la vera sorpresa è stata che da questa, una volta fermata, è sceso un 31enne nordafricano, gravitante in zona, che ha cercato la fuga a piedi spintonando i militari.

I veri motivi del suo comportamento sono presto emersi, dato che il giovane era verosimilmente sotto l’influenza dell’alcol, senza patente – perché mai conseguita – e, come se non bastasse, l’autovettura è risultata rubata. L’arresto è già stato convalidato ed il giovane condannato a sei mesi e venti giorni per la sola resistenza a Pubblico Ufficiale; per il momento posto agli arresti domiciliari, in attesa che si definiscano le altre posizioni.

Sempre i carabinieri di Lonato del Garda hanno rintracciato ed arrestato – in esecuzione di un ordine di custodia cautelare – un africano 34enne, sempre gravitante nella zona del Basso Garda, mentre il giorno prima avevano arrestato per evasione un 42enne originario del Centro Italia.

A questo si aggiungono – nel corso dell’ultima settima – i cinque interventi per persone in stato di agitazione, due delle quali violente (una donna armata di coltello ed un uomo armato di catena), nonché le undici denunce in stato di libertà per furti perpetrati in vari negozi della sola zona lacustre (con contestuale restituzione della refurtiva).


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136