QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Desenzano del Garda, controlli dei carabinieri ed espulsioni irregolari

venerdì, 15 settembre 2017

Desenzano del Garda – Intensificazione dei controlli del territorio ed espulsioni eseguite dalla Compagnia carabinieri di Desenzano del Garda (Brescia). I controlli sul territorio effettuati dai reparti dipendenti dalla compagnia di Desenzano hanno condotto all’identificazione e successivo accompagnamento alla frontiera di alcuni cittadini extracomunitari irregolarmente presenti sul territorio nazionale. Carabinieri Desenzano 10

A Calvisano l’intensificazione dei controlli, già da tempo in atto in luoghi di aggregazione ed esercizi pubblici, ha permesso di individuare, nella frazione Malpaga, due cittadini marocchini di 33 e 28 anni , censurati, nei cui confronti erano state rigettate le richieste di rinnovo del permesso di soggiorno. Ultimate le procedure in Questura, i due extracomunitari sono stati accompagnati all’aeroporto di Milano Malpensa dagli stessi militari della stazione di Calvisano; alle 18.00 sono stati fatti salire sull’aereo per il rimpatrio al loro paese d’origine.
A San Cipriano di Lonato del Garda, a seguito di accertamenti conseguenti a liti in abitazione, è stata fermata una trentottenne nigeriana che successivamente è stata accompagnata, dagli stessi militari della stazione, al Centro di Identificazione ed Espulsione di Roma.
Lungo la via Rambotti di Desenzano del Garda è stata controllata un’autovettura sulla quale viaggiava, trasportato, un cinquantenne peruviano, residente in Milano, sprovvisto di documenti, irregolare sul territorio nazionale. Accompagnato in Questura sono state avviate le pratiche per l’espulsione.
Infine nel centro storico di Sirmione è stato colto nella flagranza di furto di monetine dalla cassetta delle offerte della chiesa di San Marino – con il metodo del metro avvolgibile e nastro biadesivo – un cinquantaseienne foggiano, denunciato.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136