QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Desenzano: controlli nella zona della movida, un arresto e tre denunce dei carabinieri

domenica, 1 ottobre 2017

Desenzano – Weekend di controlli nelle zone della movida. I carabinieri della Compagnia di Desenzano del Garda (Brescia), in concomitanza e coordinamento con i servizi delle Polizie Locali, impiegano sette equipaggi e due unità cinofile, attuando un dispositivo flessibile, con posti di blocco su diversi punti focali di passaggio del “popolo della notte”.controlli notte carabinieri

Nella scorsa nottata è stato praticamente impossibile girare tra Desenzano, Lonato Bedizzole e Calcinato senza incappare nelle forze dell’ordine. Dispositivi ad alta visibilità, senza possibilità di elusione dei controlli per gli automobilisti in transito. Il classico incanalamento con coni stradali, torce a vento e cartelli stradali, poi il carabiniere che fa una prima selezione, scrutando gli occupanti dei veicoli ed infine, quando è il caso, controlli con l’etilometro e controllo antidroga con i cani Aik e Grinder.

È cosi che dopo un paio d’ore è incappato nella rete un trentenne bedizzolese, tratto in arresto per detenzione di 130 grammi di marijuana, in parte già confezionata in sigarette. Una decina le perquisizioni in tutto.

E’ stato arrestato anche un trentaduenne, romeno, di Lonato del Garda destinatario di un ordine di carcerazione di due anni per ricettazione, 3 invece le denunce a piede libero: una per guida con patente revocata, due per resistenza a pubblico ufficiale.

Queste ultime avvenute nei pressi di una discoteca in Calcinato e in centro a Desenzano in due diverse situazioni di soggetti esagitati. In Desenzano, in particolare, un giovane pachistano, si è prima gettato nel lago per poi dare in escandescenza ai primi soccorsi giunti. Ne sono derivati danni all’autovettura di servizio e il ferimento del carabiniere che è stato morso all’avambraccio.
Un centinaio i veicoli controllati, duecentocinquanta le persone, tre le richieste di supporto di ambulanza.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136