Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Delitto di Vobarno: arrestato il cognato di Dritan Mali. E’ accusato di omicidio volontario

sabato, 4 giugno 2016

Vobarno –  E’ stato arrestato il cognato di Dritan Mali, 37 anni, albanese, ucciso ieri poco prima di mezzogiorno con una coltellata. Nella notte, al termine di un lungo interrogatorio, è stato arrestato dai carabinieri, Laert Kumaraku, 30enne, pure lui albanese.

E’ accusato di omicidio volontario, e nell’interrogatorio si è difeso ricostruendo quanto accaduto all’interno dell’appartamento. Secondo la sua versione sarebbe intervenuto per difendere la sorella Irina, che è ricoverata in ospedale sotto shock.

carcere

Il Pm Erica Battaglia ha chiesto e ottenuto dal Gip l’arresto di Laert Kumaraku, cognato della vittima. Sono ancora da chiarire alcuni particolari del delitto di Dritan Mali, in Italia da quasi dieci anni e dipendente della ditta Fondital a Vobarno e padre di un  bambino di otto anni, che al momento del delitto non era in casa.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136