QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Delitto di Angolo Terme: Franzini condannato a 24 anni di carcere

lunedì, 25 novembre 2013

Gianico – Uccise il rivale in amore, condannato a 24 anni. Nel giorno dedicato alla lotta alla violenza sulle donne, e dove la Valle Camonica ha promosso una serie di iniziative, Antonio Franzini  è stato condannato a 24 anni di carcere per l’omicidio di Claudio Inversini, ma è stato assolto dall’accusa di stalking nei confronti dell’ex compagna, Erika, che aveva una relazione con la vittima. La sentenza è stata letta dal presidente della Corte d’Assise di Brescia, Vittorio Masia, al termine dell’udienza fiume, dove il pm Amadeo aveva chiesto l’ergastolo, mentre i difensori avevano dichiarato che Antonio Franzini doveva essere assolto per insufficienza di prove.nei-tribunali

INCHIESTA

L’omicidio  di Claudio Inversini, 33 anni di Angolo Terme, risale alla notte tra il 12 e il 13 giugno 2012 e il movente potrebbe essere la lite per una ragazza. Antonio Franzini avrebbe ucciso Claudio Inversini davanti alla chiesa di Mazzuno di Angolo Terme e il giorno dopo venne arrestato dai carabinieri, in base al racconto di un amico, coindagato di Antonio Franzini.  Quest’ultimo la scorsa settimana ha inviato ai magistrati una lettera : “Di quella sera – si legge – non ricordo assolutamente nulla, ho sentito dire tante stupidaggini, per questo ho deciso di scrivere questa lettera. Voglio dire che sono innocente”.”So solo – prosegue nella missiva  Franzini – che il mio incubo è iniziato quando i carabinieri mi buttano giù dal letto la mattina dopo”. “All’inizio ero arrabbiato, perché in vita mia non ho mai usato una pistola e non ho mai fatto del male a nessuno». Poi ricorda la famiglia, in un passaggio, con la morte della madre che l’ha costretto a vendere il bestiame e a un cambio di vita. “Quello della droga – è il finale della lettera di Franzini – è un mondo bruttissimo, tutti raccontano un sacco di bugie e per questo oggi mi trovo qui”.

LA SENTENZA

Dopo oltre quattro ore di Camera di Consiglio il giudice ha letto la sentenza di condanna a 24 anni di carcere per Antonio Inversini. Esclusa l’aggravante dei futili motivi. assolto dall’accusa di stalking nei confronti di Erika, la pena è solo per il delitto. I suoi legali, dopo aver chiesto l’assoluzione, attendono il deposito della sentenza per avanzare ricorso.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136