QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

Calcio, Darfo: patteggia l’ex presidente Sallaku. Confiscati i beni, ma torna in libertà

giovedì, 21 aprile 2016

Darfo Boario Terme – L’ex presidente del Darfo Calcio, Gezim Sallaku, finito nei guai in un’inchiesta su reati tributari, ha patteggiato una pena di 2 anni e otto mesi. L’imprenditore di origine albanese, in Italia da parecchi anni, con attività in provincia di Brescia, era stato arrestato per un’altra inchiesta della Procura di Brescia e accusato di bancarotta fraudolenta, turbativa d’asta e distrazione di beni. Nell’operazione le Fiamme Gialle avevano effettuato trenta perquisizioni nelle provincie di Brescia, Bergamo, Milano, Vercelli e La Spezia, arrestato dieci persone, tra cui Gezim Sallaku (nella foto). Da gennaio la misura è stata trasformata in arresti domiciliariGezim Sallaku.

Oggi davanti al giudice del tribunale di Brescia l’ex presidente del Darfo ha patteggiato 2 anni e 8 mesi, inoltre il giudice ha disposto la confisca dei suoi beni e delle quote della società Land srl. Non potrà avere rapporti con la Pubblica amministrazione per due anni. Il giudice ha infine revocato i domiciliari a Sallaku, quindi torna in libertà


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136