QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Darfo Boario Terme: furti in condomini, i carabinieri arrestano tre giovani stranieri

sabato, 5 novembre 2016

Darfo Boario Terme – Furti commessi in ore notturne, i carabinieri arrestano tre giovani stranieri. Nei giorni scorsi, i carabinieri della stazione di Darfo Boario Terme (Brescia) hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip del Tribunale di Brescia, su richiesta della locale Procura della Repubblica, che ha pienamente concordato con gli elementi forniti dalla Polizia Giudiziaria, nei confronti di un cittadino marocchino 22enne, residente in Valle Seriana (Bergamo) e di un cittadino polacco 20enne, residente in Val Cavallina (Bergamo), entrambi disoccupati e pregiudicati.

Carabinieri - foto nuova10

L’attività investigativa ha preso l’avvio agli inizi di ottobre a seguito dell’arresto in flagranza di reato di un cittadino senegalese 28enne, bloccato in orario notturno dai militari operanti all’interno dell’area autorimesse di due condomini di Darfo Boario Terme.

Nella circostanza, il giovane extracomunitario, dopo avere forzato il meccanismo elettrico di apertura di 14 serrande, stava asportando dai garage biciclette, elettrodomestici nonché borse e zaini vari per un valore di oltre 5mila euro.

I militari, prontamente intervenuti a seguito di segnalazioni per rumori sospetti riferite di privati cittadini al numero di pronto intervento, sono riusciti a bloccare il giovane, recuperando interamente la refurtiva, successivamente restituita ai legittimi proprietari.

Nel frangente, i due complici che lo aiutavano nella commissione dei furti, erano invece riusciti a dileguarsi. A seguito di attività investigativa svolta dalla Stazione di Darfo Boario Terme, in collaborazione con i limitrofi Comandi ubicati nella provincia di Bergamo, nonché grazie al supporto delle immagini estrapolate dagli impianti di videosorveglianza, si è giunti all’identificazione dei due soggetti sopraindicati che sono stati tratti in arresto al termine di ininterrotto servizio conclusosi con l’esecuzione della misura cautelare.

E’ importante sottolineare come la tempestiva segnalazione al numero di pronto intervento 112 da parte di privati cittadini abbia consentito l’immediato intervento della pattuglia, in servizio specifico di prevenzione furti, e la cattura di un responsabile; inoltre, successivamente, si sono rivelate estremamente utili le immagini del sistema di videosorveglianza che hanno consentito di incanalare nei giusti binari, fin dalle prime battute, l’attività investigativa. Gli arrestati sono stati associati alla Casa Circondariale di Brescia a disposizione della competente Autorità Giudiziaria.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136