QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Danneggia pensilina di una stazione, condannato a un mese e dieci giorni

martedì, 28 maggio 2013

Trento – Un giovane marocchino, residente a Bolzano e domiciliato a Trento è stato arrestato da carabinieri a Lecco e condannato a un mese e 10 giorni da scontare in carcere.

DSC_8551-2000E’ stato arrestato dai carabinieri della compagnia di Lecco, agli ordini del capitano Francesco Motta,in flagranza di reato con l’accusa di danneggiamento aggravato. Talha Anouar, 23enne originario del Marocco, in preda ai fumi dell’alcool, senza alcun motivo, dopo avere infranto la vetrata della porta di ingresso di un condominio, si allontanava recandosi all’interno della stazione ferroviaria di Civate, dove veniva sorpreso dai carabinieri mentre con un sasso stava rompendo anche la porta in vetro della sala d’attesa. I militari, anche in considerazione del forte stato di agitazione del soggetto, hanno faticato non poco per bloccarlo e dopo averlo reso innocuo, nel corso del relativo sopralluogo, hanno constatato che poco prima del loro intervento aveva già mandato in frantumi anche le vetrate della pensilina . Ieri è stato processato con rito direttissimo e condannato.

 


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136