QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Dal Sebino al Garda, controlli sulle strade dei carabinieri nel Bresciano: il bilancio

domenica, 30 luglio 2017

Marone – Durante la scorsa nottata, nell’ambito di un servizio specificatamente predisposto dalla Compagnia di Chiari, finalizzato alla prevenzione e al contrasto di episodi di guida sotto influenza di bevande alcoliche nonché alle più comuni violazioni del Codice della strada, sulla SP 510, nel tratto di collegamento tra i comuni di Sulzano e Marone, i militari della Stazione Carabinieri di Marone hanno denunciato in stato di libertà per guida in stato di ebbrezza due soggetti, entrambi italiani, un uomo di 29anni originario di Brescia,  ed una donna di 39, originaria di Desenzano del Garda, alla quale è stato anche confiscato il veicolo. Nella circostanza del servizio, inoltre, sono state controllate 80 persone e 50 veicoli, ed elevate complessivamente 10 contravvenzioni per un importo complessivo di oltre 2 mila euro e 130 punti patente decurtati.

Divertimento in sicurezza: weekend di controlli dei Carabinieri nella zona del basso Garda

La stagione estiva, nella zona del basso Garda, richiama sempre un cospicuo numero di turisti, provenienti da tutto il mondo, ed offre relax e svago nella meravigliosa cornice lacustre. Ma, considerato il notevole via vai di persone, l’obiettivo di garantire sicurezza resta sempre prioritario per i Militari dell’Arma, che, proprio in questo periodo di grande afflusso di gente, hanno intensificato i servizi nelle zone maggiormente frequentate, senza dimenticare la zona della “Bassa”.

I Carabinieri della Compagnia di Desenzano del Garda, con il supporto del personale dell’Ispettorato del Lavoro e dei Carabinieri del N.I.L. e del N.A.S., nei giorni della movida, hanno infatti effettuato una serie di controlli preventivi e di sicurezza, che hanno coinvolto esercizi pubblici, luoghi di intrattenimento e strutture ricettive, nonché hanno visto impegnati i Militari in attività mirata sulle principali arterie stradali.

Nel weekend sono state sette le attività controllate, ove, complessivamente, sono stati scoperti venticinque lavoratori “in nero”, nonché contestate alcune violazioni della normativa igienico-sanitaria e sulla tracciabilità degli alimenti; per tre esercizi, stante la gravità della situazione riscontrata, è stata proposta la sospensione dell’attività. L’importo totale delle sanzioni elevate ammonta a circa 80mila euro e, in un caso, per il titolare dell’attività è partita la segnalazione all’Autorità Giudiziaria.

Nel corso dei servizi svolti da Nord a Sud del territorio, solo sulle trafficate strade del sabato sera gardesano sono stati controllati, in tutto, quasi cento veicoli e più di cinquecento persone; svariate le pericolose violazioni delle norme del Codice della Strada accertate e, in sei casi, ad altrettanti conducenti, sorpresi ubriachi alla guida, è stata ritirata la patente, prevenendo così le possibili tragiche conseguenze di una guida irresponsabile. Un decina sono stati gli stranieri irregolari identificati e, per uno di essi, è scattata l’immediata espulsione dal territorio nazionale.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136