Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Cornedo all’Isarco, droga sequestrata e denunce

venerdì, 2 ottobre 2020

Cornedo all’Isarco - I militari della Stazione Carabinieri di Cornedo all’Isarco hanno denunciato a piede libero due persone per coltivazione di cannabis indica.

112 carabinieri largeNel corso del mese di settembre l’attività di contrasto al fenomeno dello spaccio di sostanze di stupefacenti svolta dall’Arma dei Carabinieri è stata costante. Da ultimo, i militari della Stazione Carabinieri di Cornedo all’Isarco hanno deferito in stato di libertà una donna di quarantanove anni, unitamente al figlio diciannovenne della stessa, entrambi incensurati, ritenuti responsabili di produzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio. I Carabinieri, a seguito di un’accurata perquisizione operata presso la loro abitazione e pertinenze, hanno rinvenuto, nel giardino, tre piante di marijuana di medie dimensioni. Le stesse sono state sottoposte a sequestro ed inviate al laboratorio analisi per le verifiche del caso.

In altri due distinti servizi i militari dell’Arma hanno deferito all’autorità giudiziaria e a quella amministrativa un nigeriano e un bolzanino, che sottoposti a controllo e successive perquisizioni estese anche alle loro abitazioni, sono stati trovati in possesso, rispettivamente di circa quattro grammi di cocaina e diciotto pasticche utilizzate per il “taglio” dello stupefacente, nonché di una tessera sanitaria risultata oggetto di furto, il primo; di sette grammi di hashish, un bilancino di precisione per pesare la droga nonché circa duecento euro in denaro contante, probabile provento dell’attività delittuosa, il secondo. Anche in questo caso quanto rinvenuto e sequestrato è stato inviato al laboratorio, per i test dovuti.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136