QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Controlli sulle strade dei carabinieri di Gardone Val Trompia, saltano sette patenti

mercoledì, 12 agosto 2015

Odolo – I carabinieri di Gardone Val Trompia hanno effettuato un primo servizio coordinato finalizzato al controllo dei motociclisti e delle autovetture che spesso percorrono a forte velocità la strada provinciale 237 del Caffaro, soprattutto nel tratto che attraversa i Comuni di Caino e Odolo.

32 le motociclette controllate, 4 le autovetture e 36 le persone per un bilancio che ha visto contestate 7 violazione al codice della strada e più precisamente riguardo alle motociclette: 2 articolo 79 commi 1 e 4 “Caratteristiche o dispositivi di equipaggiamento alterati o non funzionanti” poiché all’interno dei tubi di scarico era stato rimosso il dispocarabinieri 1sitivo denominato silenziatore “db killer”; 1 art. 148 commi 10 e 16 “Sorpasso in curva, dosso o con scarsa visibilità” con contestuale ritiro della patente ai fini della sospensione accertato tramite alcune riprese effettuate dal personale operante.

Al riguardo alle autovetture:  1 art. 80 comma 14 “Omessa revisione”;  1 art. 193 comma 2 “Veicolo privo di copertura assicurativa” con contestuale sequestro dell’auto e ritiro della carta di circolazione; 2 artt. 40 comma 8 “Superamento della striscia longitudinale continua”.

Il servizio veniva effettuato dai militari della Stazione di Nave e da quelli dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Gardone Val Trompia, in collaborazione con la  Compagnia di Salò (nello specifico la stazione di Bagolino) e con la Polizia Locale del Comune di Nave.

Il servizio verrà ripetuto anche nei prossimi week- end al fine di tutelare tutti coloro che percorrono il citato tratto di strada con l’intento di raggiungere la Val Sabbia e poi eventualmente il lago di Garda o le montagne del Trentino.

 


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136