QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

Controlli sul territorio bresciano dei carabinieri: sei arresti in poche ore per furti e spaccio

sabato, 11 luglio 2015

Brescia – Controlli dei carabinieri sul territorio e arresti per furti e spaccio. In meno di 36 ore i carabinieri della Compagnia di Brescia, che guidati dal tenente Giulio Pisani,  nel corso di distinte operazioni di polizia giudiziaria effettuate nei comuni di San Zeno Naviglio, Castenedolo, Prevalle e Brescia hanno tratto in arresto complessivamente sei persone resisi responsabili dei reati di spaccio e detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti, furto in esercizio commerciale ed evasione dagli arresti domiciliari.

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Brescia hanno infatti arrestato in tre operazioni preventivamente pianificate e svoltesi ad orari ravvicinati, un trentacinquenne italiano di Prevalle, P.S., perché colto in flagranza di spaccio di un grammo di hashish e trovato in possesso di ulteriori 50 grammi nella propria abitazione, un tunisinCarabinieri Bresciao al Quartiere Abba perché deteneva 120 grammi di eroina presso la propria dimora ed infine un’italiana che, dopo essere evasa dagli arresti domiciliari, aveva consumato un furto di scarpe ai danni del “Pittarosso” di Brescia.

L’altra notte i militari della stazione carabinieri di Castenedolo hanno inoltre tratto in arresto un italiano che, dopo essere fuggito a bordo della propria autovettura alla vista di una pattuglia della Stazione ed bloccato al termine di un inseguimento avvenuto per le vie del comune di Castenedolo è stato trovato in possesso di 10 grammi di cocaina già suddivisa in dosi oltre ad attrezzatura funzionale all’assaggio della sostanza stupefacente. L’arrestato, Z.N., pregiudicato classe ’80 di Ghedi, dopo la convalida è stato liberato e il processo rinviato a nuova data.

La Stazione di San Zeno Naviglio inoltre, unitamente al nucleo CC Cinofili di Orio al Serio, al termine di accurate indagini di polizia giudiziaria che hanno consentito di individuare l’abitazione di un albanese come luogo in cui era presumibilmente detenuta droga, al termine di una perquisizione domiciliare, sequestravano 25 grammi di cocaina e arrestavano lo spacciatore, P.R. classe 68 pregiudicato.

Ieri infine i Carabinieri della Stazione di Brescia Piazza Tebaldo Brusato hanno arrestato un italiano in conseguenza dell’aggravamento della precedente misura cautelare degli arresti domiciliari per i reati di sequestro di persona e violenza su minore e l’hanno associato al carcere di Canton Mombello.

 


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136