QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Controlli straordinari del territorio bresciano e ladri seriali sorpresi a Lonato: blitz e bilancio dei carabinieri

venerdì, 11 agosto 2017

Brescia – In questi giorni i Carabinieri della Compagnia di Brescia hanno effettuato numerosi controlli nelle aree sensibili della città nonché mirati controlli nella zona della Stazione ferroviaria.

Durante i servizi, di rinforzo alle pattuglie già presenti sul territorio, sono state impiegate una dozzina di vetture e circa venticinque militari, i quali, hanno contribuito al controlli di circa 60 le vetture controllate e all’identificazione di oltre 120 le persone identificate; 2 le contestazioni di violazione al Codice della Strada.

Nel corso del servizio sono stati effettuati tre arresti. A finire in manette per primo è stato un cinquantasettenne italiano, arrestato in esito all’aggravamento di una misura cautelare disposta dal Tribunale di Bergamo.

I militari hanno poi assicurato alla giustizia uno spacciatore 35enne tunisino sorpreso, in zona stazione ferroviaria, in possesso di dosi di eroina e marijuana. Lo stesso, dopo aver passato la notte in camera di sicurezza, è stato giudicato mediante rito direttissimo, all’esito del quale è stato convalidato l’arresto.

L’ultimo arresto in ordine temporale è stato operato nei confronti di un cittadino francese rintracciato in città e destinatario di un mandato di arresto europeo emesso dalla corte di appello svedese di Gothemburg per dei reati contro il patrimonio. Il soggetto è stato quindi associato in carcere e dovrà scontare la pena di un anno e tre mesi di reclusione.

È stato anche denunciato in stato di libertà un italiano quarantenne sorpreso dai militari a coltivare piantine di marijuana. I Carabinieri, intervenuti per una lite in famiglia tra conviventi, dopo aver ricondotto le parti alla calma, nell’attesa che la donna, che aveva deciso di propria iniziativa di abbandonare l’immobile, raccogliesse i propri effetti personali, hanno sentito il caratteristico odore del cannabinoide e, ad esito di una perquisizione domiciliare, hanno rinvenuto quattro piantine di stupefacente.

LADRI SERIALI IN VISITA AL “LEONE DI LONATO”. CINQUE ARRESTI DEI CARABINIERI 

Presso il centro commerciale il Leone di Lonato del Garda i carabinieri hanno atteso una batteria di ladri seriali che puntuali si sono presentati, cinque romeni tra i 24 e i 30 anni. Tutti sono senza fissa dimora, con due auto, organizzati scientificamente. Due si sono introdotti negli store del centro commerciale con borse schermate, altri due hanno fatto da palo fuori dai negozi che stavano per essere derubati, l’ultimo, il più giovane, ha atteso a bordo di una delle autovetture che serviva per raccogliere tutto quanto veniva prelevato dai negozi, in un continuo via vai.

La prima autovettura sarebbe servita per allontanarsi con la refurtiva in caso di problemi e la seconda sarebbe stata utile alla fuga ma anche da far perquisire in caso di intervento delle forze dell’ordine. Quasi mille euro la refurtiva recuperata. Perfetto è stato il servizio svolto dal personale addetto alla sicurezza del centro che ha facilitato l’intervento dei carabinieri.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136