QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Controlli della Polizia stradale di Brescia, 10 persone sono finite nei guai per alcool e droga

domenica, 14 giugno 2015

Desenzano del Garda – Guidava alticcio e sotto l’effetto di stupefacenti, è incappato in controlli della Polizia stradale a Desenzano ed è finito nei guai. Il giovane bresciano è una delle vittime dei nuovi controlli con alcoltest effettuati  nel fine settimana.

Il bilancio: sei persone in stato di ebbrezza e quattro sotto l’effetto di sostanze stupefacenti sono state scoperte dalla polizia stradale del comando di Brescia al lavoro con alcool e narco test sulle strade della movida. Per i controlli di routine che da questa settimana sono diventati ancora più serrati e che prevedono oltre all’alcool test, appuntPolizia di Sondrioo anche il narco test, sono state impiegate dieci pattuglie degli agenti della polizia stradale del comando di Brescia, guidati dalla comandante dottoressa Barbara Barra. Fra l’una e le sette gli agenti hanno passato al setaccio le strade nella zona di Desenzano del Garda nei pressi di discoteche e ritrovi notturni.

E purtroppo hanno fatto bottino pieno. 10, ed era un po’ di tempo che non succedeva, le persone che sono state trovate alla guida dopo aver abusato di sostanze alcooliche e stupefacenti. Uno dei conducenti controllati aveve superato il tasso massimo consentito di 1.50 milligrammi litro e quindi rischia la sospensione della patente fino a due anni.

Gli uomini della Polizia Stradale di Brescia sono partiti con un servizio innovativo e nuovi strumenti messi a disposizione dalla fondazione Ania. Si tratta di test che consentono ai poliziotti di avere un primo risultato in strada sull’utilizzo di droghe da parte di chi si mette al volante, senza ricorrere a sistemi invasivi su sangue ed urine. L’obiettivo è arrivare ad avere uno strumento affidabile direttamente su strada appunto, come è oggi l’etilomentro, senza dover inviare i campioni a Roma come avviene in questa fase sperimentale, che comunque non risparmia la patente.

A Brescia, come in altri parti del nostro territorio si è dunque partiti anche con questi controlli che durante l’estate saranno a cadenza mensile e che non sostituiranno, ma si aggiungeranno, a quelli per la guida in stato d’ebbrezza. Lo screening sull’utilizzo di stupefacenti rileverà la presenza di sostanze vietate per chi si mette alla guida, dalle droghe ai farmaci. Si tratta di test precisi al 99,9 percento. Dopo il test in strada però seguiranno altre analisi in un laboratorio di Roma che confermeranno i dati entro sei giorni. Nel frattempo la patente viene sospesa in via cautelare per dieci giorni.

Nei prossimi mesi, dunque, anche sulle strade delle nostre province gli automobilisti fermati sui quali pende il sospetto di alterazione, verranno sottoposti, dopo aver eseguito l’alcool test, a una nuova prova utilizzando il « precursore», computer grande quanto un pos che analizza la saliva. Se il risultato del test sarà positivo, all’ automobilista, dopo la visita del medico presente al controllo, verrà effettuato un secondo prelievo di saliva con due tamponi (uno per la controprova) da inviare ai laboratori.
Un esame valido ai fini legali. Come prima conseguenza scatta il ritiro della patente e della vettura se intestata al conducente in caso di risultato positivo.

Ogni controllo durerà mediamente mezz’ora. La fase sperimentale durerà tre mesi per saggiare il margine di errore, che è limitatissimo, delle apparecchiature che la Polstrada ha in prova. Dopo di che non ci sarà bisogno di inviare i campioni di saliva ai laboratori di Roma. Complessivamente sono 1.800 i kit donati alla Polizia stradale dalla Fondazione Ania per la sicurezza stradale. Una volta concluso il trimestre di controlli verrà deciso il tipo di apparecchiatura da utilizzare. Intanto questa domenica notte gli agenti hanno controllato in totale 129 auto, 134 persone. Sono tutti uomini quelli trovati positivi all’alcool test. In totale, nella notte, sono stati decurtati 100 punti patente


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136