Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad

Ad
Ad
Ad


Controlli dei carabinieri nel Bresciano: arresti e denunce, il bilancio

giovedì, 1 febbraio 2018

Chiari – Nella giornata di ieri i carabinieri della Compagnia di Brescia hanno effettuato mirati controlli alla circolazione stradale, alle aree sensibili e parchi cittadini. Sette le pattuglie impiegate in rinforzo a quelle già in servizio di primo intervento; sottoposti a controllo 62 veicoli e 109 persone.

carabinieriOttenuti i seguenti risultati operativi:

- un cittadino albanese di trent’anni, è stato sorpreso dopo aver fatto rientro sul Territorio Nazionale dello Stato a seguito di espulsione con accompagnamento alla frontiera del 22 febbraio scorso e, per tale motivo, tratto in arresto;
- un bresciano di 72 anni è stato sorpreso alla guida di un’autovettura in stato di ebbrezza alcolica con conseguente denuncia in stato di libertà all’Autorità Giudiziaria di Brescia e sospensione della patente di guida.
- due cittadini extracomunitari, un nigeriano di 30 anni e un pakistano di 25 anni, controllati presso il parco “Gallo” sono stati trovati in possesso rispettivamente di grammi 9 di hashish e 32 di marijuana: entrambi sono stati denunciati in stato di libertà all’Autorità Giudiziaria competente; inoltre, nello stesso parco, è stato controllato un cittadino di nazionalità ucraina trovato in possesso di due grammi di sostanza stupefacente tipo hashish: per quest’ultimo è scattata la segnalazione alla locale Prefettura quale assuntore.
- personale del N.I.L. ha proceduto al controllo di un “Centro Benessere” gestito da cittadini della Repubblica Popolare Cinese ed un “Market” gestito da una cittadina ucraina: entrambi sono stati denunciati in stato di libertà per la violazione dello statuto dei lavoratori – mancanza di autorizzazione all’installazione di telecamere
- personale del N.A.S. di Brescia, a sua volta, ha proceduto al controllo di due esercizi commerciali gestiti da cittadini extracomunitari, uno dei quali sanzionato amministrativamente per un ammontare di mille euro per violazioni alla normativa igienica e di settore, mentre all’altro è stato intimato di sanare lievi mancanze pena una sanzione amministrativa di 2.000,00 euro.

CHIARI: ARRESTATO UN CINQUANTENNE PER DETENZIONE DI DROGA E ARMI

Ieri sera a Coccaglio, ad esito di un mirato servizio volto ad infrenare il fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti, i Carabinieri del nucleo operativo di Chiari hanno arrestato un 50enne originario di Napoli, colto nella flagranza di detenzione ai fine di spaccio di sostanza stupefacente e detenzione illecita di una pistola.

A seguito di specifici servizi, il prevenuto è stato atteso e fermato fuori casa per essere sottoposto a perquisizione personale e domiciliare. Quest’ultima, eseguita con l’ausilio dell’unità cinofila per la ricerca di stupefacenti ed il cane “Zac” del nucleo interventi speciali del corpo di polizia locale di Brescia, ha consentito il rinvenimento di quattro dosi di sostanza stupefacente del tipo cocaina occultate nel garage, nonché di un pezzo della medesima sostanza del peso di grammi 10.76 e un bilancino di precisione occultati in un tombino dell’impianto elettrico.

La perquisizione locale è stata poi estesa ad una carrozzeria della zona, luogo frequentato assiduamente dall’arrestato, come riscontrato nel corso dell’attività d’indagine.

Sul posto i militari operanti hanno rinvenuto, occultati tra i pannelli della controsoffittatura, ulteriori cinque dosi di sostanza stupefacente tipo cocaina del peso complessivo di 3 grammi, una pistola semiautomatica senza marca né modello, calibro 6.35, con quattro cartucce dello stesso calibro di cui una in canna, nonché ulteriori 33 cartucce calibro 7.65, tutto riconducibile all’arrestato.

La sostanza stupefacente, il bilancino di precisione, l’arma e il relativo munizionamento, sono stati posti in sequestro per essere oggetto di ulteriori approfondimenti. L’arrestato è stato trattenuto la notte presso le camere di sicurezza della caserma di Chiari, in attesa del giudizio di convalida tenutosi nella mattinata odierna.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136