QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Controlli dei carabinieri della compagnia di Salò, arrestate tre persone ricercate

martedì, 20 gennaio 2015

Salò – Controlli sul territorio dei carabinieri della Compagnia di Salo’ portano alla cattura di tre ricercati. I militari della locale stazione carabinieri hanno arrestato N. A. marocchino classe 1984, domiciliato a Villanuova sul Clisi (Brescia) pluripregiudicato e nullafacente che si era reso irreperibile appena ricevuta la condanna agli arresti domiciliari a seguito dell’arresto operato il 15 dicembre scorso dai carabinieri di Gavardo (con un complice stava infatti spacciando cocaina nella villa comunale di Villanuova sul Clisi. Il giovane è stato arrestato in esecuzione di un ordine di carcerazione emesso dal Tribunale Ordinario di Brescia, scaturito proprio dalla violazione degli arresti domiciliari, cui era sottoposto. L’arrestato dopo le formalità di rito è stato tradotto presso la casa Circondariale di Brescia.

A Toscolano Maderno

I militari della locale Stazione CC hanno rintracciato ed arrestato in esecuzione ordine di espiazione pena detentiva in regime di detenzione domiciliare emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale Ordinario di Brescia, S. D., italiano classe 1978, pregiudicato, nullafacente. L’uomo dovrà infatti scontare la pena di mesi sei per il reato di ricettazione, commesso in Toscolano Maderno (Brescia) nel giugno 2011. L’arrestato dopo le formalità di rito è stato tradotto presso il proprio domicilio per l’espiazione della pena Manerba del Garda. I militari della locale stazione carabinieri  al termine di mirata attivita’ informativa,
hanno rintracciato ed arrestato in esecuzione di ordine per la carcerazione emesso dal Tribunale Ordinario di Brescia P.P. italiana classe 1969, pluripregiudicata, nullafacente e irreperibile. La donna doveva infatti scontare una pena di anni 4 (quattro) e giorni 28 (ventotto) oltre alla multa di euro 5.000,00 (cinquemila) poiche’ riconosciuta colpevole dei reati di lesioni aggravate in concorso, sfruttamento e favoreggiamento della prostituzione, commessi in Desenzano del Garda  e Brescia nel luglio 2007. L’arrestata dopo le formalità di rito è stata tradotta presso la casa circondariale di Brescia – Verziano.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136