Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Ti invitiamo a leggere la nostra PRIVACY POLICY.
X
Ad

Ad
Ad
Ad


Controlli dei carabinieri del Noe, nei guai titolare azienda vitivicola

sabato, 1 giugno 2013

Brescia – Bliz dei carabinieri del Noe in un’azienda vitivinicola del Bresciano. Il titolare è stato denunciato per la registrazione irregolare di rifiuti speciali derivanti dalla lavorazione del vino. E’ quanto emerso durante i controlli dei carabinieri del Noe di Brescia e del gruppo per tutela dell’ambiente con sede a  Treviso, che hanno  ispezionato diverse aziende vinicole delle province della Lombardia orientale, in particolare  Brescia, Bergamo, Mantova e Cremona. Contestate violazioni amministrative ad viticolaun’altra cantina vitivinicola del Bresciano, dopo che i carabinieri hanno riscontrato una discrepanza di centinaia di litri tra la giacenza reale di vini pregiati Doc e Igp nella cantina rispetto a quella che era stata contabilizzata. Rilevate contravvenzioni in materia di tutela del lavoro anche in un’altra azienda, sempre bresciana, che non aveva previsto sufficienti misure di protezione e prevenzione per le lavoratrici gestanti. I controlli sono stati eseguiti insieme al personale dell’ispettorato frodi del Ministero delle politiche agricole,alimentari e forestali di Milano e del nucleo carabinieri ispettorato del lavoro di Brescia. L’attività ispettiva prosegue con l’obiettivo di smascherare altre irregolarità.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136