QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad
Ad
Ad

Ad

Controlli dei carabinieri nel Bresciano: 4 denunce per rissa e sanzioni a locali

domenica, 16 luglio 2017

Chiari – Servizio coordinato nel Bresciano: i carabinieri di Chiari (Brescia) denunciano quattro ragazzi per rissa, segnalano un minorenne per uso di stupefacenti. Controllati 41 veicoli e 84 persone: 6 contravvenzioni e un fermo amministrativo di autovettura. Controllo locali pubblici: elevate dai militari del NAS e dell’Ispettorato del lavoro sanzioni amministrative per oltre 15mila euro.carabinieri-notte

La scorsa notte, nell’ambito di uno specifico servizio coordinato disposto dalla compagnia carabinieri di Chiari finalizzato alla prevenzione e al contrasto di reati in materia di stupefacenti nonché alla lotta agli episodi di guida sotto influenza di bevande alcoliche, i militari della compagnia in collaborazione con personale del Nucleo Antisofisticazione e Sanità dei Carabinieri e dei militari del Nucleo Ispettorato del Lavoro di Brescia, coadiuvati da ispettori dell’ATS di Rovato (Bresciano) e da agenti della polizia locale di Corte Franca (Brescia), hanno effettuato controlli a locali pubblici della zona.
Ad esito del servizio, i militari di Chiari hanno deferito in stato di libertà per il reato di rissa due ragazzi italiani originari della provincia di Trento, di 20 e 21 anni, un marocchino 19enne residente a Coccaglio, noto alle forze dell’ordine, e un cittadino albanese 22enne di Adro. Gli operanti inoltre segnalavano alla competente prefettura, ai sensi dell’art.75 d.p.r. 309/1990, un bresciano di appena 16 anni residente ad Adro, poiché trovato in possesso di una sigaretta contenente sostanza stupefacente tipo “hashish”, posta sotto sequestro amministrativo.
Contestualmente, i militari del NAS accertavano ripetute violazioni del divieto di somministrazione alcolici a minorenni, mentre i Carabinieri dell’ispettorato del lavoro controllavano complessivamente 24 lavoratori di cui 4 impiegati in nero, elevando complessivamente contravvenzioni amministrative per un importo superiore ai 15.000,00 euro.
Nella circostanza del medesimo servizio, nell’ambito dei controlli alla circolazione stradale, sono stati altresì controllate 84 persone e 41 veicoli, elevate 6 contravvenzione al codice della strada ed eseguito un fermo amministrativo di veicolo ad un uomo che guidava senza patente.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136