Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Controlli anti-spaccio della Polizia trentina, arrestata 44enne

venerdì, 13 luglio 2018

Trento – Il personale della Squadra di Polizia Giudiziaria di Trento nel corso di un’attività specifica finalizzata alla prevenzione e repressione dello spaccio di sostanze stupefacenti, nell’effettuare alcuni controlli sulla direttrice Riva del Garda/Brescia,  “canale” utilizzato da personaggi di Centro di Trento per recarsi a Brescia per l’acquisto di sostanze stupefacenti, è stata conclusa con l’arresto in flagranza di reato di Annalisa Resta, 44 anni, residente, perchè resasi responsabile del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. In particolare il personale di Polizia Giudiziaria e della locale Squadra Volante procedeva in via Cis al controllo dell’autovettura Ford Focus di colore nero con alla guida una donna che è risultata essere una persona nota a quest’Ufficio per le sue frequentazioni con soggetti che gravitano nel mondo degli stupefacenti.

In sede di controllo il personale operante si è avveduto che sotto il cuscino appoggiato sul sedile della conducente vi era un involucro in cellophane trasparente. Immediatamente l’oggetto è stato raccolto constatando che si trattava di una “piastra” di colore marrone scuro avente le tipiche caratteristiche dell’hashish. Nel raccogliere la predetta “piastra” nel medesimo posto è stato rinvenuto un ulteriore involucro in cellophane contenente della sostanza di colore bianco in polvere ed in sasso avente le tipiche caratteristiche della cocaina. A questo punto la donna unitamente al relativo veicolo è stata accompagnata in questi uffici per successivi accertamenti.

La sostanza stupefacente rinvenuta è stata fatta successivamente analizzare e quantificare da personale della Polizia Scientifica di Trento che accertava trattarsi effettivamente di hashish per il peso netto di 206 grammi e di cocaina per un peso netto di 53 grammi, che è stata sequestrata. Unitamente a detta sostanza stupefacente alla donna è stata sequestrata la somma di 210 euro unitamente a due telefoni cellulari.

Dell’arresto è stato notiziato il P.M. presso la Procura della Repubblica di Rovereto il quale ha disposto che la donna fosse messa agli arresti domiciliari presso la propria abitazione. Presso il Tribunale di Rovereto – Ufficio del GIP-GUP Riccardo Dies – è stato convalidato l’arresto con la donna che è rimasta in custodia domiciliare.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136