QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Controlli ai Money Trasfer della Finanza bresciana: rimpatriati due clandestini, una denuncia per abusivismo finanziario

lunedì, 7 novembre 2016

Brescia – Costante è l’azione della Guardia di Finanza a contrasto dell’economia illegale e sommersa. In tale ambito sono stati intensificati i controlli nei confronti degli esercizi commerciali che svolgono anche servizi di rimessa di denaro (money transfer).guardia-finanza-brescia

In particolare, a fine ottobre, i militari appartenenti Nucleo pt della Guardia di Finanza di Brescia hanno eseguito un controllo nei confronti di una ditta individuale (intestata ad una cittadina del Bangladesh), con luogo di esercizio in Brescia, esercente l’attività di money transfer, phone center e internet point.

A seguito dell’accesso, è stata accertata la presenza di un collaboratore della ditta, connazionale della titolare e assunto in qualità di commesso di phone center. Il controllo ha permesso di accertare che quest’ultimo ha svolto attività di rimessa di denaro per conto del money transfer, senza la regolare iscrizione presso il relativo albo gestito dall’OAM – Organismo degli agenti e mediatori. Alla luce di quanto sopra, il predetto è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria per esercizio abusivo dell’attività finanziaria.

Durante le fasi di controllo, inoltre, i finanzieri hanno constatato la presenza, tra gli altri, di due extracomunitari (di nazionalità marocchina) che sono risultati irregolari causa mancato rinnovo del permesso di soggiorno. Dopo le opportune fasi di identificazione, avvenute presso il Comando Provinciale, entrambi, in esecuzione del decreto di espulsione emesso dal Questore, sono stati accompagnati coattivamente presso l’aeroporto di Milano Malpensa per essere imbarcati su un volo diretto a Casablanca (Marocco).


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136