Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad

Ad
Ad
Ad


Colpi di pistola dopo un diverbio in strada, manerbese denunciato dai carabinieri

venerdì, 16 febbraio 2018

Manerbio – I Carabinieri di Manerbio hanno denunciato a piede libero per il reato di minaccia aggravata dall’uso di armi art.612 C.P., un manerbese, già noto alle forze di polizia.

CARABINIERI LARGENella serata di ieri, a causa di un diverbio con altri utenti della strada che verteva su una mancata precedenza in Manerbio Via Roma per riparare al presunto torto subito ha deciso di risolvere la questione con metodi di altri tempi.

Fermatosi, ha atteso che i suoi ‘avversari’ scendessero dall’auto e ha estratto una pistola semiautomatica tipo 92FS, tra lo stupore ed il terrore dei presenti, esplodendo diversi colpi di arma da fuoco nella loro direzione. Terminato il fuggi fuggi generale si è posto nuovamente alla guida e è rientrato nella propria abitazione, dove, ad attenderlo, vi era pattuglia dei carabinieri di Manerbio avvertita da alcuni passanti, mediante 112, che oltre a riferire il grave evento avevano fornito le targhe delle auto coinvolte.

B.M., dopo aver consegnato la pistola, risultata una scacciacani, si è scusato riferendo di aver avuto timore per la propria incolumità. Ora dovrà rispondere all’Autorità Giudiziaria di Brescia di minaccia aggravata dall’uso delle armi per una pena prevista fino ad un anno di reclusione.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136