QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Clonavano le carte di credito: arrestate due persone a Sirmione

lunedì, 5 agosto 2013

Brescia – Clonavano carte di credito, due persone arrestate dai carabinieri. La tecnica era semplice, i due, originari della Bulgaria, si fingevano turisti, soggiornavano in alberghi della zona e poi entravano in azione. I militari e gli agenti della polizia locale si sono insospettiti, li hanno tenuti d’occhio e poi li hanno arrestati. I due soggiornavano alla periferia di Sirmione, in un hotel, ed entravano in azione di sera. A fari spenti, come hanno ricostruito gli inquirenti. Infatti erano esperti in clonazione di bancomat e carte di credito. Sulle rive del Garda sono stati sorpresi dai carabinieri, con l’aiuto degli agenti della Polizia locale di Sirmione.Foto Skimmer

Le forze dell’ordine sono entrate in azione dopo la segnalazione su una anomalia ad uno sportello  del Credito Bergamasco. Sono così scattati gli appostamenti, fino a ieri sera, quando due uomini si sono avvicinati cercando di impadronirsi dello skimmer. Sono così scattate le manette ai polsi dei due bulgari, rinchiusi nel carcere di Canton Mombello.

Nella camera dell’albergo dove soggiornavano sono state recuperate apparecchiature per clonare carte di credito e bancomat, codici personali di centinaia di utenti, computer portatili, tre cellulari, due carte di credito già predisposte per l’inserimento dei dati e materiale elettronico. La Procura di Brescia sta accertando se ci sono anche altri casi analoghi, da parte dei due bulgari, in altre realtà del Bresciano. 


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136