QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

Climber cade sulla Cima delle Coste, ricoverata a Trento in fin di vita. Appello del Soccorso Alpino Trentino

giovedì, 8 maggio 2014

Dro  - Grave incidente sportivo sulla Cima delle Coste, lungo la via “Sottovia”: alle 9.37 una climber è caduta pare per una ventina di metri. La donna originaria dell’Est è stata  soccorsa dai medici del 118, dal CNSAS del Trentino.

Il Soccorso alpino trentino è intervenuto per un grave incidente in cui é rimasta coinvolta l’alpinista dell’est. L’alpinista, insieme a un’amica di 25 anni, aveva deciso di scalare la via “Sottovia”, un itinerario alpinistico che si sviluppa sulla parete della Cima alle Coste, nella Valle del Sarca, in territorio di Dro. La donna, prima di cordata, aveva iniziato a scalare la via di III grado di difficoltà. È da evidenziare che questa via considerata storica ( e in Valle del Sarca se ne contano diverse) è di stampo alpinistico e, a differenza di altri itinerari in falesia, non è completamente “spittata” (con spit in parete). Occorre quindi proteggersi con chiodi o altri mezzi di assicurazione e capacità di progressione in parete.

La donna, che progrediva senza assicurazioni, Giunta in prossimità della fine del primo tiro di corda, mentre cercava il chiodo per la sosta a cui assicurarsi, ha perso l’equilibrio, facendo un volo di circa venti metri, cadendo pesantemente alla base della parete.
L’amica, che sotto shock si è resa subito conto della gravità della situazione, ha chiesto aiuto alla Centrale operativa di Trentino Emergenza al numero del 118, la quale ha trasmesso la chiamata all’area operativa del Basso Trentino del Soccorso alpino.
La donna al telefono parlava un inglese stentato e concitato, senza riuscire a dire dove si trovassero, ma fortunatamente il tecnico del Soccorso alpino è riuscito a capire e localizzare il luogo dell’incidente.
Il Soccorso alpino, di concerto con la Centrale operativa di Trentino Emergenza ha subito inviato sul posto l’elicottero e i tecnici del Soccorso alpino di Riva del Garda.
L’elicottero ha verricellato sul luogo dell’incidente il medico rianimatore e il tecnico di elisoccorso del Soccorso alpino i quali si sono resi subito conto della gravità delle ferite riportate dall’alpinista che è stata trasportata con urgenza all’ospedale Santa Chiara. L’amica è rimasta illesa ma sotto shock.
Il Soccorso alpino raccomanda sempre di rispettare durante le scalate le tecniche di assicurazione e autoassicurazione.

 


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136