QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Cles, denunciato l’automobilista che provocò caduta del ciclista Piechele

martedì, 8 aprile 2014

Cles – Risolto il dilemma di chi fosse stato il responsabile della caduta del ciclista trentino Andrea Piechele. Il modello ed alcuni caratteri della targa dell’autovettura sono bastati a garantire un buon esito all’indagine relativa all’infortunio che un automobilista, meno di un mese fa, intenzionalmente provocò al giovane ciclista clesiano Piechele.CARABINIERI LARGE

I carabinieri di Denno – presso i cui uffici il corridore denunciò lo sfortunato episodio di cui era rimasto vittima, circostanza di cui le recenti cronache si sono diffusamente occupate – raccogliendo le testimonianze di alcuni compagni di allenamento dell’atleta, hanno infatti potuto mettere insieme una serie di indizi, che hanno di fatto determinato la favorevole chiusura dell’indagine.

La seguente, quanto meticolosa, elaborazione di questi, attuata secondo una combinazione tra la possibile targa ed il tipo di auto a cui la stessa andava ad associarsi, ha infatti consentito di stabilire con assoluta precisione quale fosse la BMW il cui conducente, lo scorso 16 marzo, con una imprudente ed intenzionale manovra, aveva provocato la caduta del ciclista ed il suo infortunio.

L’uomo, un cinquantenne incensurato residente in Denno, è stato per questo denunciato alla Procura della Repubblica di Trento: dovrà rispondere dei reati di lesione personale, danneggiamento, fuga in caso di incidente stradale con danni alle persone ed omissione di soccorso alle persone ferite.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136