QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Cinque arresti nel Bresciano per spaccio di sostanze stupefacenti e denunce per tentanto furto

sabato, 13 giugno 2015

Brescia – Un servizio straordinario di controllo del territorio disposto dal Comando Provinciale di Brescia, finalizzato a prevenire e reprimere forme di illegalita’ diffusa nei territori di competenza, è stato attuato la scorsa notte.

Il bilancio
Cinque gli arresti effettuati per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti (con il conseguente sequestro di più di 500 grammi di sostanza stupefacente tra hascisc e cocaina). Nello specifico: 2 cittadini marocchini riCarabinieri e polizia 1 (2)spettivamente del ’79 e dell’84 sono stati arrestati a Sarezzo dai Carabinieri della Compagnia di Gardone;

un cittadino rumeno del ’96 è stato arrestato in Bedizzole dai Carabinieri della Compagnia di Desenzano;

un cittadino albanese del ‘91 è stato arrestato in Brescia dai Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Brescia;

un cittadino indiano del’94, già in regime di arresti domiciliari, è stato arrestato in Bagnolo Mella dai Carabinieri della Compagnia di Verolanuova.

I militari della compagnia di Salò hanno svolto invece specifici controlli nei pressi alcuni locali notturni della zona, locali rinomati che richiamano numerosissimi giovani avventori, molti anche minori, dediti purtroppo all’abuso di alcol e droga. Proprio nei pressi di uno di questi locali, a Moniga del Garda, l’attenzione è rimasta alta anche a seguito di una rissa segnalata da alcuni residenti e che ha visto coinvolti tre giovanissimi in corso di identificazione. Qui i militari si sono trovati davanti ad orde di giovanissimi, molti già ubriachi, tra nuvoloni di fumo di cannabis e musica alta.

Sono entrati in azione i cinofili i cui abili cani hanno da subito “annusato” numerosi ragazzi, poi perquisiti e trovati in possesso di modiche quantità di marijuana e hashish. Molti altri invece sono riusciti per tempo a disfarsi dello stupefacente che è poi stato rinvenuto in vari punti nelle pertinenze del locale. Circa 30 grammi sequestrati tra marijuana hashish e anche cocaina, alla fine saranno sei i ragazzi segnalati quali assuntori di stupefacenti. Un giovane è stato invece trovato in possesso di un coltello a serramanico e denunciato per la violazione della legge sulle armi. Allarmante in alcuni casi la reazione dei genitori giunti sul posto a prelevare i figli. In due casi infatti avrebbero lamentato il loro disappunto verso i Carabinieri, difendendo i figli e accusando i militari di eccessiva rigidità, sminuendo il consumo di un innocuo spinello (non avete altro da fare che prendervela con un ragazzo per uno spinello? Nemmeno avesse con sé un chilo! Rovinare un giovane per così poco …).

Serrati anche i controlli effettuati dai Carabinieri della Compagnia di Salò per reprimere il fenomeno della guida in stato di ebbrezza, controlli che hanno portato a quattro denunce e ritiro delle patenti con tassi alcolici da 1,00 a 2,10 g/l.

Personale del Nas di Brescia, nel corso dei controlli ha ispezionato vari bar della zona, comminando sanzioni per un totale di 4mila euro in ordine a violazioni sulle procedure di autocontrollo haccp nella conservazione di alimenti. Nel corso del servizio i militari rintracciavano e arrestavano in esecuzione di ordinanza di misura cautelare in carcere F.G., classe 1956, originario di Mantova ma senza fissa dimora, pluripregiudicato per reati contro la persona. Il provvedimento restrittivo è stato emesso a seguito delle reiterate violazioni alla misura del divieto di avvicinamento alla ex convivente cui lo stesso era sottoposto in ordine al reato di atti persecutori tali violazioni. L’uomo è stato tradotto presso la casa circondariale di Brescia Canton Mombello.

Un giovane classe 1992 di Gavardo, già pregiudicato, è stato denunciato per furto aggravato. Su segnalazione di una turista tedesca i militari intervenivano presso un distributore di carburanti a Toscolano Maderno (Brescia) dove il denunciato, approfittando di un momento d distrazione della turista – la quale era in attesa per effettuare rifornimento con la propria carta di credito, utilizzava la medesima carta di pagamento per effettuare il pieno della propria autovettura per un importo di circa 100,00 euro, allontanandosi poi di fretta da quel luogo. Immediati accertamenti effettuati con l’ausilio di sistemi di sorveglianza consentivano di identificare e rintracciare il pregiudicato.

Un altro pregiudicato bresciano classe 1962 è stato invece denunciato per interruzione di pubblico servizio. I militari del Nucleo Operativo e Radiomobile di Salò su segnalazione di alcuni cittadini hanno controllato l’uomo nei pressi di una fermata autobus della società “S.I.A.” in Padenghe sul Garda. In particolare il soggetto, sprovvisto di titoli di viaggio, aveva impedito all’autista di proseguire la propria corsa sostando per circa un ora nei pressi del vano delle porte automatiche. Nonostante essere stato invitato a desistere dal proprio comportamento l’uomo perseverava nella sua condotta. Avanzata proposta per l’applicazione della misura di prevenzione personale del “rimpatrio con foglio di via obbligatorio.

 


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136