QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad
Ad
Ad


Cavalese: rinviene portafoglio con 1100 euro e lo consegna ai carabinieri

venerdì, 30 marzo 2018

Cavalese – Un bel gesto di onestà in prossimità delle festività pasquali, che ha avuto per protagonista un uomo di Tesero, il quale nel centro abitato di Cavalese ha rinvenuto in strada un portafoglio da uomo con all’interno denaro contante per una somma di oltre 1.100 euro, oltre ai vari documenti e tessere personali.

L’uomo con estremo atto di altruismo e civiltà raggiunge subito il Comando Compagnia Carabinieri di Cavalese, spiegando al militare di servizio alla caserma il tutto e consegnandogli quanto ritrovato. I carabinieri, dalla verifica dei documenti contenuti nel portafoglio, si sono attivati subito per informare il legittimo proprietario del ritrovamento, risultato essere un artigiano libero professionista abitante a Molina di Fiemme (Trento).

L’uomo al momento della chiamata dei Carabinieri non si era ancora avveduto dello smarrimento, ma non ha esitato un istante a raggiungere la caserma, dove gli hanno consegnato il suo portafoglio, verificando che all’interno non mancava nulla, nemmeno una moneta di 20 lire risalente al 1929 che custodiva a titolo affettivo. Nella circostanza ha avuto modo di incontrare il protagonista del ritrovamento, al quale ha espresso tutta la sua emozione e stima, nonché ringraziamento per il suo nobile gesto.

L’artigiano ha poi raccontato che i soldi contenuti nel portafoglio erano il guadagno della sua attività che avrebbe poi dovuto depositare e che lo smarrimento era avvenuto a causa di una scucitura della tasca dell’indumento che lo custodiva. Ringraziando i Carabinieri per la celerità dell’informazione, ha poi espresso il desiderio di poter in qualche modo ricompensare la persona che aveva ritrovato il suo portafoglio, quale segno di gratitudine e riconoscenza.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136