QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Cavalese: denunciato dai carabinieri il truffatore delle ricevitorie. Nei guai 50enne di Caserta

venerdì, 26 febbraio 2016

Cavalese – Denunciato dai carabinieri di Cavalese il truffatore delle ricevitorie. Si qualificava operatore Sisal e con qualche scusa riusciva a farsi dare somme non dovute.

Carabinieri - foto nuova10

Il fenomeno delle truffe, specialmente quelle on-line, è purtroppo in grande aumento in questi ultimi anni, causa i facili guadagni e la difficoltà per le forze dell’ordine di individuare i truffatori.

Stavolta le cose sono andate diversamente per un cinquantenne di Caserta che qualche mese fa, spacciandosi per operatore della società SISAL, con artifici e raggiri, riusciva a farsi ricaricare un conto gioco per la somma complessiva di 1.000 euro.
La scusa era quella di verificare alcune anomalie tecniche presso le varie ricevitorie, salvo poi farsi accreditare somme di denaro su conti gioco.
I carabinieri, dopo aver ricevuto la denuncia dal proprietario di un noto bar del centro di Cavalese, si mettevano alla ricerca del sedicente operatore SISAL.
Dopo vari accertamenti tecnici tesi ad individuare il numero del conto gioco, spesso registrato sotto falso nome o presta nome, i militari sono riusciti ad individuare il malfattore, un uomo originario di Maddaloni, in provincia di Caserta, già noto per precedenti simili. I militari dell’Arma hanno provveduto a denunciare l’uomo per truffa.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136