QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Castro, recuperato dal Sebino il corpo di Alexander Frias

venerdì, 14 luglio 2017

Castro – Recuperato il corpo di Alexander Frias, il 19enne di Villa d’Ogna (Bergamo) rimasto inghiottito dalle acque del Sebino. I sommozzatori lo hanno trovato a circa 34 metri di profondità, adagiato su una radice. Sono stati i sommozzatori volontari del Nucleo Sommozzatori di Treviglio, attivati dalla Prefettura di Bergamo, a individuare il corpo del ragazzo a pochi metri di distanza dalla roccia. Alexander Frias era partito da Villa d’Ogna insieme a degli amici e aveva preso il pullman a Clusone ed era sceso a Lovere e a piedi con gli amici avevano raggiunto le piramidi di Castro per fare un tuffo nel lago di Iseo. Il fratello Samuel ha raccontato che Alexander non si era mai tuffato nel lago. La salma è stata trasportata all’obitorio a disposizione dell’autorità gisommozzatoriudiziaria.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136