QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Carpenedolo: ancora un bracconiere cade nella rete dei Carabinieri Forestali

giovedì, 12 ottobre 2017

Carpenedolo – Ancora una volta i Carabinieri Forestali delle Stazioni di Gavardo e Brescia hanno portato a termine una specifica attività finalizzata al contrasto dell’odiosa pratica del bracconaggio che impoverisce la fauna mettendo a rischio la sopravvivenza di numerose specie protette.

foto 1-29I militari hanno verificato infatti la presenza, nel comune di Carpenedolo (Brescia), di reti collocate su pali, pronte per la cattura: infatti, all’una della notte, dopo un appostamento nelle campagne adiacenti all’abitato di Novagli, i militari hanno sorpreso un bracconiere cinquantenne che, complice il buio e l’ausilio di un richiamo acustico elettromagnetico echeggiante nella campagna bresciana, si apprestava a prelevare i volatili impigliati nelle reti.

I Carabinieri Forestali hanno proseguito la loro attività perquisendo la civile abitazione del soggetto rinvenendo altri esemplari vivi di Tordo Bottaccio freschi di cattura e pronti per essere ceduti a cacciatori compiacenti per l’utilizzo all’appostamento fisso di caccia. Il cinquantenne non risulta in possesso di licenza di caccia, pertanto è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria per Furto Venatorio.

Questa azione si inserisce in una più complessa attività di repressione del fenomeno del bracconaggio e dell’illecito esercizio venatorio dai capanni da caccia, che in questo periodo dell’anno tende ad intensificarsi: infatti, dall’inizio della settimana, i militari comandati dal Tenente Colonnello Giuseppe Tedeschi, hanno già denunciato per reati venatori 5 persone (3 per utilizzo di richiamo acustico elettromagnetico, 1 per utilizzo al capanno di richiamo vivo con anellino di identificazione contraffatto e 1 per abbattimento di avifauna particolarmente protetta) e sanzionate 4 persone per omesse annotazioni sul tesserino venatorio regionale.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136