QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Campolaro: incendio domato, ora la conta dei danni. Inceneriti 300 ettari tra aree per il pascolo e boschi

domenica, 8 gennaio 2017

Bienno – Dopo i nuovi problemi creati dal vento dalla giornata di venerdì, nelle ultime ore è stato domato l’incendio di Campolaro. Ultimi controlli e interventi di bonifica su una parte della vasta area di 300 ettari, con circa 100 ettari di larici e abeti divorati dalle fiamme negli ultimi tre giorni.

L’incendio è stato domato; i vigili del fuoco di Breno, Darfo Boario ed Edolo e degli uomini della Protezione Civile dei gruppi della Media Valle Camonica e l’Arnica di Berzo Demo hanno lavorato alacremente per spegnere le fiamme. Oggi sono in programma le ultime bonifiche e sopralluoghi per verificare che non vi siano ancora dei focolai.arnica-protezione-civlle

Il rogo ha distrutto capanni e aree utilizzare dai cacciatori, incenerito boschi sopra Campolaro  e solo il gran lavoro di una sessantina di uomini della Protezione civile e dei vigili del fuoco, oltre a un elicottero e un canadair inviato dalla Regione, ha evitato il peggio, ossia intaccare le baite e la colonia.

Le attività sono state coordinate dal Gicom e dopo l’incontro in Prefettura di giovedì mattina, un altro si è svolto a Breno, presso la sede della Comunità Montana, convocato dai comando dei carabinieri e che ha visto la presenza di polizia locale, protezione civile, guardie ecologiche e squadre antincendio. E’ stato definito un coordinamento degli interventi in casi di emergenza incendio come quelli accaduti nell’ultima settimana a Corteno Golgi e a Campolaro.

Intanto proseguono le indagini alla caccia del piromane, le forze d’ordine – in particolare i carabinieri di Breno – hanno raccolto testimonianze per poter smascherare l’autore o gli autori che hanno provocato l’incendio.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136