QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

Calcio, Brescia: è morto l’ex presidente Corioni

martedì, 8 marzo 2016

Brescia – Lutto nel mondo del calcio bresciano. È morto agli Spedali Civili di Brescia all’età di 78 anni l’ex presidente del Brescia, Gino Corioni. Lascia la moglie e cinque figli.presidente corioni

Corioni è stato presidente delle rondinelle per 22 anni acquistando la società nel 1992 e lasciandola al termine della stagione 2014 con il commissariamento da parte di Ubi Banca. Sotto la sua presidenza sono passati da Brescia giocatori del calibro di Hagi, Baggio, Guardiola e tecnici come Lucescu, Mazzone e De Biasi, portando le rondinelle a un passo dalla qualificazione a una storica Coppa Uefa a inizio millennio.

Fabio Rolfi: “Cordoglio per la morte di un grande Presidente”

“Brescia perde oggi un grande uomo di sport, innamorato della sua passione, il calcio, e della squadra della sua città. Un grande presidente, che ha reso grande il Brescia e che ha fatto sognare migliaia di tifosi, ma anche un uomo dotato di intelligenza e profondo conoscitore delle vicende bresciane.” Così Fabio Rolfi, vice capogruppo regionale del Carroccio sulla scomparsa di Gino Corioni.

“Come ex amministratore comunale, che ha avuto la possibilità di conoscerlo e di apprezzare il suo impegno per il Brescia, non posso che esprimere il mio più sentito cordoglio per la sua scomparsa, oltre che il rammarico per le difficoltà e le alterne vicende della vita che gli hanno impedito di coronare il suo ultimo progetto, ossia la realizzazione di un nuovo stadio per il suo Brescia.”


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136