QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Cade in un canalone al rifugio Telegrafo, soccorso dal 118 Trentino: è in gravi condizioni

domenica, 8 giugno 2014

Commezzadura (Al. Pan.) – Raffica di incidenti in montagna e sulle strade del Trentino. Gran lavoro per il 118 Trentino che ha effettuato una serie di interventi. L’ultimo in serata dove  un giovane centauro è caduto da una moto al Pian delle Fugazze, è stato soccorso e trasportato in condizioni medio gravi al Pronto Soccorso di Rovereto. Numerosi sono stati gli interventi dei medici del 118 in giornata. Ecco il bilancio.

Soccorso-Alpino-elicottero-SUEM
RECUPERO IN QUOTA

L’intervento più difficile è avvenuto al rifugio Telegrafo per una caduta in un canalone di una persona di mezza età. Sul posto sono giunti i  medici e i vigili del fuoco e la persona ferita – giudicata di media gravità – è stata trasportata al Pronto Soccorso di Rovereto. Sono in corso accertamenti per capire la dinamica della caduta. 

ALTRI INCIDENTI 

In mattinata i medici del 118 Trentino erano stati chiamati ad intervenire a Commezzadura per soccorrere due feriti nello schianto tra un’auto e una moto. L’incidente si è verificato alle 9.30 e i due feriti, entrambi di media gravità, sono stati trasferiti all’ospedale di Cles dove sono stati sottoposti accertamenti. I carabinieri hanno ricostruito la dinamica dello schianto. 

Sempre in mattinata ci sono stati due schianti: a Pieve Tesino verso Maso Lagorai nello schianto tra auto e moto è rimasto ferito un giovane centauro che è stato trasportato in ambulanza all’ospedale di Trento. Le sue condizioni non destano preoccupazione. Invece a Strigno un motociclista è caduto, coinvolgendo un altro mezzo. I medici del 118 hanno soccorso due persone che sono finite al Pronto Soccorso di Borgo Valsugana, uno in condizioni gravi, l’altro per lievi ferite.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136