Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad

Ad
Ad
Ad


Caccia con mezzi vietati anche d’inverno, bracconiere denunciato nel Bresciano

lunedì, 12 marzo 2018

Concesio – I militari della stazione Carabinieri Forestale di Gardone Val Trompia, coordinati dal Tenente Colonnello Giuseppe Tedeschi, hanno svolto un’operazione di antibracconaggio nell’area periferica della città. I militari a seguito di indagini effettuate nelle settimane passate, e dopo ore di appostamento sotto la pioggia battente, sono riusciti a cogliere in flagranza di reato e denunciare per caccia con mezzi vietati e detenzione di avifauna selvatica particolarmente protetta un cinquantenne residente a Concesio.

braccI militari, guidati dal Maresciallo Pietro Corsini, Comandante della stazione Carabinieri Forestale di Gardone Val Trompia, rinvenivano e ponevano sotto sequestro sei reti di varie misure, nove esemplari di lucherino vivi, tre esemplari di fringuello vivi, tre esemplari di frosone vivi.

Gli esemplari detenuti in gabbie indipendenti, ricadenti nelle specie non cacciabili sono probabilmente frutto della cattura dei giorni precedenti e sarebbero stati utilizzati fraudolentemente come richiami. Tutti gli esemplari sono stati liberati sul posto in quanto atti a volo.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136