QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad
Ad
Ad

Ad

Brescia: partoriente morì al Civile, assolti due medici

giovedì, 23 novembre 2017

Brescia – “Il fatto non sussiste”, in tribunale a Brescia sono stati assolti due medici degli Spedali Civili accusati della morte di omicidio colposo di Giovanna Lazzari e della piccola che la donna di 30 anni e incinta all’ottavo mese di gravidanza aveva in grembo. Il decesso risale tra il 31 dicembre 2015 e il 1 gennaio 2016.

tribunale Brescia

Per la famiglia c’è già stato un maxi risarcimento. Oggi la conclusione del processo nei confronti dei due medici, finiti davanti al giudice per la morte della donna di Rezzato e della bimba che aveva in grembo.

Secondo il pm Ambrogio Cassiani l’infezione, contratta fuori dall’ospedale, era estesa, quindi i medici non avrebbero potuto salvarla. Lo stesso magistrato inquirente ha chiesto l’assoluzione e i giudici hanno accolto la richiesta assolvendo Federico Prefumo, 46enne ginecologo, ed Emilia Buccheri, 38enne ostetrica agli Spedali Civili.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136