QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Brescia, impresa edile evade il fisco. La Finanza denuncia il legale rappresentante

venerdì, 10 febbraio 2017

Brescia – I finanzieri del Gruppo di Brescia hanno concluso una verifica fiscale in materia di I.V.A., Imposte dirette ed I.R.A.P. nei confronti di una società a responsabilità limitata con sede nel capoluogo, operante nel settore edile.

guardia-finanza

L’attività ispettiva è stata orientata prevalentemente ad analizzare i costi annotati in contabilità dalla società verificata, attinenti all’acquisto di materiali per il completamento e la finitura di edifici.

In tale ambito, i finanzieri hanno accertato che, per l’annualità d’imposta 2011, l’impresa in questione ha utilizzato fatture di vendita di altre 3 società senza però fornire, a riscontro,  specifiche informazioni riguardanti l’individuazione dei soggetti tra cui sono intercorse le operazioni, la natura dei rapporti, la qualità e quantità dei beni che hanno formato oggetto delle vendite.

In sintesi, i militari non hanno potuto riscontrare elementi cartolari “precisi” che potessero attestare la certezza della documentazione fiscale in parola, né tantomeno le dichiarazioni rese dall’amministratore pro-tempore della società hanno permesso di chiarire le modalità di effettuazione degli acquisti o comunque, di escluderne l’aleatorietà.

E’ stata pertanto constatata, conseguentemente, un’indebita deduzione da parte della società di elementi negativi di reddito per un importo superiore a 2 milioni di euro ed I.V.A. correlata per oltre 500mila euro. L’analisi contabile ha permesso di individuare, tra l’altro, l’annotazione in contabilità di una fattura falsa per un imponibile superiore a 500.000 euro e I.V.A. correlata per oltre 112.000 euro. In definitiva è risultata un’IRES evasa di oltre 800.000 euro e I.V.A dovuta e non versata per oltre 600.000 euro. Il legale rappresentante è stato denunciato alla Procura di Brescia per  ”Dichiarazione infedele”.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136