Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Brescia, controlli della Polizia: sospesa l’attività di un bar per 20 giorni

martedì, 27 marzo 2018

Brescia – A seguito dei servizi straordinari predisposti presso la Stazione F.S. Brescia lo scorso venerdì 23 marzo, coordinati dalla Questura di Brescia, a cui ha preso parte personale della Polizia di Stato dell’Arma dei Carabinieri della Guardia di Finanza e della Polizia Locale, è stata disposta dal Questore della Provincia di Brescia ed eseguita da personale della Divisione P.A.S.I. nella mattinata di ieri, la terza chiusura del Bar “Coccinella”, in Via Corfù, 92.

Il provvedimento  scaturisce dagli esiti dei numerosi controlli effettuati dalla Questura di Brescia, anche in collaborazione con le altre Forze di Polizia, in particolari contesti urbani evidenziati per la presenza di individui legati al contesto criminale degli stupefacenti e della tossicodipendenza.

Durante i citati servizi  di controllo del territorio personale della Polizia di Stato ha proceduto  alle verifiche  all’interno del suddetto locale identificando  sette avventori, di nazionalità pakistana di cui uno è stato segnalato alla locale Prefettura, in quanto in possesso di sostanza stupefacente inoltre, occultata dietro alcune slot machine è stata rinvenuta altra sostanza stupefacente del peso complessivo di 15 grammi appositamente sequestrata.

Alla luce di ciò, anche in considerazione alle precedenti sospensioni subite dal “Bar Le Coccinelle”, è stato accertato che il pubblico esercizio è abituale ritrovo di persone con pregiudizi per reati in materia di stupefacenti.

Al riguardo, il titolare del bar non essendosi adoperato per garantire le condizioni minime di legalità nella gestione del proprio locale, il Questore ha disposto la sospensione dell’attività dal 26 marzo per un periodo di 20 giorni. Il locale inoltre, è stato segnalato al Comune di Brescia per l’eventuale revoca della licenza.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136