QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Breno, spaccio di droga e armi: i carabinieri del Radiomobile arrestano due persone

venerdì, 17 marzo 2017

Breno – I carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Breno hanno arrestato un cittadino marocchino 38enne, domiciliato a Breno, pregiudicato e la compagna italiana 36enne residente a Breno, convivente, incensurata, per “detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti” e “detenzione illegale di armi”.

Il magrebino controllato alla guida di un’autovettura, è stato trovato in possesso di 100 grammi di sostanza stupefacente del tipo cocaina e di una pistola semiautomatica calibro 7,65 di fabbricazione ungherese, munita di caricatore contenente 9 cartucce. Nel corso della successiva perquisizione presso il domicilio, sono stati trovati 15 grammi stupefacente del tipo cocaina, la somma di 220 euro, ritenuta provento dell’attività illecite, sette telefoni cellulari, un bilancino elettronico di precisione e materiale atto al confezionamento. Sono in corso accertamenti per verificare la provenienza della pistola. L’Autorità Giudiziaria ha convalidato gli arresti e disposto la permanenza in carcere per il magrebino e la detenzione domiciliare per la convivente.

Carabinieri Breno 10I CARABINIERI DELLA STAZIONE DI DARFO BOARIO EFFETTUANO UN ARRESTO PER STUPEFACENTI

Ad Angolo Terme (Brescia) i carabinieri della stazione di Darfo Boario Terme, hanno tratto in arresto un italiano 33 enne, noto alle forze dell’ordine, residente ad Angolo Terme, per “detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti”.

Il predetto, sottoposto a perquisizione personale e del veicolo da lui condotto, è stato trovato in possesso di un grammi circa di stupefacente del tipo marijuana e della somma di euro 305 ritenuti il provento dell’attività di spaccio. Nel corso della successiva perquisizione domiciliare, venivano rinvenuti ulteriori 50 grammi di marijuana, 60 grammi di hashish, tutti suddivisi in dosi confezionate e pronte per la cessione, un grammo di cocaina, n.3 bilancini elettronici di precisione, la somma di 1300 euro ritenuta provento dell’attività di spaccio e materiale atto al confezionamento. Processato per direttissima è stato condannato alla pena di 13 mesi e condotto agli arresti domiciliari.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136